Galileo Giornale di scienza e problemi globali

23 Agosto 2014 | ultimo aggiornamento 1 giorno fa
Temi salute, vita

Perché si ingrassa smettendo di fumare

3
di Eleonora Degano | Pubblicato il 04 Settembre 2013 16:30
Detail-sigarette

Che si prenda qualche chilo dopo aver smesso di fumare non è certo una novità. Ma qual è il motivo? L'idea che per sostituire le sigarette si mangi di più, come si potrebbe pensare, a quanto pare non c'entra: le ragioni hanno a che fare con la composizione della nostra flora batterica intestinale, che con l'addio alle bionde si modifica sensibilmente, favorendo l'aumento di peso. A spiegarlo è uno studio promosso dalla Swiss National Science Foundation (Snsf) e pubblicato su Plos One.

L’80% degli ex fumatori ingrassa in media di 7 kg dopo aver detto addio alle sigarette, e questo avviene anche senza che vi siano modifiche nell'alimentazione o nella quantità di calorie assunte. Anzi, il trend si mantiene addirittura anche quando le calorie assunte diminuiscono.

Per cercare di capire qualcosa di più su quanto osservato, i ricercatori guidati da Gerhard Rogler dello  UniversitätsSpital di Zurigo, hanno studiato i batteri intestinali presenti nei campioni fecali di venti persone nell’arco di nove settimane. Tra i partecipanti al test c’erano cinque fumatori, cinque non fumatori, e dieci persone che avevano smesso circa una settimana prima dell’inizio dello studio. I risultati hanno mostrato che i ceppi batterici prevalenti nella flora intestinale di un ex fumatore sono gli stessi che prendono il sopravvento nelle persone obese, mentre tra fumatori e non fumatori il cambiamento è minimo.

La modifica più evidente che i ricercatori hanno riscontrato riguarda le frazioni di Protobatteri e Batteroidi, che aumentavano sensibilmente negli ex fumatori, a discapito di Firmicutes e Attinobatteri. Allo stesso tempo, gli ex fumatori erano anche ingrassati di circa 2,2 kg sebbene non avessero modificato in alcun modo le proprie abitudini alimentari, e l’unico cambiamento, seppur minimo, fosse un leggero aumento nel consumo di alcool verso la fine dello studio.

Come confermano i ricercatori, questi nuovi risultati hanno integrato quelli già ottenuti con ricerche condotte sui topi. In precedenti studi, infatti, le feci di topi obesi erano state trasferite nell’intestino di topi normo-peso, e nella flora intestinale di questi ultimi si erano verificate le stesse modifiche riscontrate nell’intestino umano, parallelamente a un aumento di peso. La nuova composizione batterica, infatti, sfrutta le energie derivanti dal cibo in maniera più efficiente. Un’efficienza che si manifesta anche negli esseri umani, portando all’aumento di peso.

Riferimenti: Plos One doi:10.1371/journal.pone.0059260

Credits immagine: |Panzer|/Flickr

Commenti lascia un commento

  • di Andrea , il 02 Gennaio 2014 17:11
    Salve, sono un ex fumatore e volevo sapere qual'è l'alimento che sostituisce la sigaretta che mi permetta di ritornare al mio peso forma. Grazie
  • di Teo , il 23 Gennaio 2014 03:06
    Ho smesso di fumare più di due mesi fa, riscontrando tanti benefici e spero di non ritornarci più! Dico spero, perché mi è già successo 20 anni c'è e 4 anni fa. Sono sempre salita di peso ed anche questa volta di 5 kg x ora. Mi auguro che non salgo di più si come con lo sport che esercito regolarmente i kg mi pesano un po' e ho avuto problemi con un ginocchio correndo. Volevo sapere, quando di riassesta il corpo dopo aver smesso di fumare e se si potrebbe di nuovo perdere peso? Al punto estetico non mi dispiace tanto, ma sento il peso sulle mie articolazioni delle gambe.
  • di Claudia , il 15 Febbraio 2014 14:11
    Ciao ho smesso di fumare da due mesi..sono una sportiva e mangio super bene..nn ho cambiato la mia alimentazione..ma sono già ingrassata di due kg..cosa devo fare x tornare come ero!

Lascia un commento

Autore

Eleonora Degano

Little-eleonora

Est modus in rebus (forse)
Con alle spalle la maturità classica e una laurea in Biologia e biodiversità degli ecosistemi, ha frequentato il Master in Giornalismo Scientifico Digitale alla SISSA di Trieste. Fotografa amatoriale, lettrice seriale, ogni occasione è buona per fare le valigie e partire. Quando è ispirata scrive di scienza (e non solo) sul suo blog.
Su Twitter è @Eleonoraseeing.






Vai alla pagina dell'autore

Oggi su Galileo

Sondaggio

Ogni anno miliardi di inquinantissime cicche di sigaretta vengono abbandonate nell’ambiente, con enormi costi per la collettività. Per questo, due ricercatori della San Diego State University, abbandonata la speranza di educare i fumatori, propongono soluzioni drastiche, come quella di vietare le sigarette con filtro, che non sono meno dannose di quelle senza. Tra le proposte qui sotto elencate quale vi sembra la più efficace?

risultati

Segui Galileo su

Galileo Servizi Editoriali

Parole per la scienza

Galileo servizi editoriali è un service giornalistico che realizza inchieste per le principali testate italiane, sviluppa progetti di comunicazione per le aziende e gli enti di ricerca, produce formazione universitaria, organizza mostre, eventi, conferenze, realizza pubblicazioni su carta e siti web. vai al sito di Galileo Servizi Editoriali

Partners