Galileo Giornale di Scienza

20 dic 2014 23:11 | ultimo aggiornamento 9 ore fa

Ricerca d'Italia

Temi Fisica e Matematica, HI TECH

Una start up italiana tra i vincitori dell’Innovact Campus Award

0
di | Published on 06 Aprile 2012

Una start-up italiana si è guadagnata il terzo gradino del podio alla decima edizione degli Innovact Campus Awards e un assegno da 1500 euro. È quella fondata da Salvatore Modeo, Antonio Andrea Gentile e Luca Scala dell’Università del Salento, si chiama MRS (Material Recovery System) ed è specializzata nel recupero di materiali di scarto da processi di deposizione di film sottile.

Cosa vuol dire? Deporre film sottile è un processo usato nell’industria microelettronica, ottica o anche meccanica, e significa rivestire con un sottile strato di materiale una determinata superficie per migliorarne le proprietà meccaniche o elettriche. Per questo processo vengono spesso impiegati materiali preziosi come oro, platino, argento e palladio, i quali, la maggior parte delle volte, si disperdono a causa di inefficienze tecnologiche.

I ricercatori pugliesi hanno risolto questo problema riuscendo a recuperare questi materiali grazie a un sistema a “palette”, ovvero un sistema che inserito nelle camere di deposizione del film sottile seleziona e raccoglie su strutture mobili (le palette) il materiale in eccesso che altrimenti andrebbe ad aderire alle pareti delle camere. Lo scorso febbraio da uno dei loro sistemi, installato in uno dei laboratori del del CNR-Nano di Arnesano (Lecce), è stato recuperato per la prima volta dell’oro del quale ora i tre giovani innovatori attendono le analisi chimiche che ne valuteranno qualità e purezza.

“La partecipazione al Forum Innovact ci ha permesso di dare visibilità al nostro progetto, varcando i confini nazionali e di incontrare società e investitori. Sarebbe interessante collaborare con loro per capire come integrare i finanziamenti con i bandi di aiuto alle imprese innovative promossi dalla Regione Puglia”, racconta Salvatore Modeo.“Abbiamo anche incontrato aziende che lavorano nel campo della deposizione di film sottile e che si sono dimostrate molto interessate al nostro sistema per migliorare la loro efficienza produttiva”.

Il progetto che si è aggiudicato gli Innovact Campus Awards è stato VisionRE, presentato da John Kieran O’Callaghan, del Cork Institute of Technology (Irlanda), è un sistema innovativo che aiuta a migliorare l’indipendenza dei non vedenti. Il secondo posto è andato invece alla start up presentata da Arnault Thibaud, dell’EPITA (Francia), Webshell; un nuovo linguaggio informatico che consente agli sviluppatori di creare delle applicazioni web e mobili in pochi minuti.

 

Commentilascia un commento

Nessun commento, per ora.

Lascia un commento

Autore

redazione

detail-detail-logo_galileonet.jpg

Gli interventi a cura della Redazione di Galileo


Oggi su Galileo

Segui Galileo su

Partners