Galileo Giornale di scienza e problemi globali

25 Ottobre 2014 | ultimo aggiornamento circa 13 ore fa

Ricerca d'Italia

Temi vita

Ecco il pomodoro “iodato”

1
di redazione | Pubblicato il 29 Marzo 2012 18:37

Le piante, comprese quelle destinate all'alimentazione umana, possono essere spinte ad accumulare più iodio di quanto normalmente non accumulerebbero. A svelare come, è uno studio a firma italiana pubblicato su Scientific Report, una delle riviste del gruppo editoriale di Nature.

Autori della ricerca sono gli scienziati della Scuola Superiore Sant’Anna, coordinati da Pierdomenico Perata (Docente di Fisiologia Vegetale) e del gruppo di ricerca di Aldo Pinchera (Docente di Endocrinologia) dell’Università di Pisa.

In natura, lo iodio viene assorbito dalla vegetazione; questa, però, ne trattiene una minima parte, restituendo il resto all'ambiente, sotto forma gassosa. Il meccanismo scoperto dai ricercatori pisani ha ora permesso di aumentare il contenuto di iodio di frutta e verdura, eliminando la funzione di un gene responsabile della metilazione dell'elemento. Lo studio potrebbe rivelarsi importante per possibili applicazioni nella scienza dell'alimentazione, dal momento che la carenza di iodio è un aspetto della malnutrizione a livello mondiale. Nei laboratori del Sant'Anna sono già allo studio pomodori in grado di apportare l’intera dose giornaliera consigliata di iodio.

Riferimento: M. Landini, S. Gonzali, C. Kiferle, M. Tonacchera, P. Agretti, A. Dimida, P. Vitti, A. Alpi, A. Pinchera, P. Perata. Metabolic engineering of the iodine content in Arabidopsis. Scientific Reports - 2 : 338 (2012); doi:10.1038/srep00338


Commenti lascia un commento

  • di Edvige Maria Pia Fiocca , il 16 Agosto 2012 21:58
    Buonasera. Vorrei un'informazione: quando presumibilmente verranno messi in commercio i pomodori e/o le piantine di pomodoro allo iodio? Si potranno coltivare in casa? Grazie per la risposta.

Lascia un commento

Autore

redazione

Little-detail-detail-logo_galileonet

Gli interventi a cura della Redazione di Galileo


Vai alla pagina dell'autore

Oggi su Galileo

Sondaggio

Ogni anno miliardi di inquinantissime cicche di sigaretta vengono abbandonate nell’ambiente, con enormi costi per la collettività. Per questo, due ricercatori della San Diego State University, abbandonata la speranza di educare i fumatori, propongono soluzioni drastiche, come quella di vietare le sigarette con filtro, che non sono meno dannose di quelle senza. Tra le proposte qui sotto elencate quale vi sembra la più efficace?

risultati

Segui Galileo su

Galileo Servizi Editoriali

Parole per la scienza

Galileo servizi editoriali è un service giornalistico che realizza inchieste per le principali testate italiane, sviluppa progetti di comunicazione per le aziende e gli enti di ricerca, produce formazione universitaria, organizza mostre, eventi, conferenze, realizza pubblicazioni su carta e siti web. vai al sito di Galileo Servizi Editoriali

Partners