Galileo Giornale di scienza e problemi globali

23 Aprile 2014 | ultimo aggiornamento circa un'ora fa

Ricerca d'Italia

Temi ambiente, tecnologia

Un premio alle celle solari italiane

1
di redazione | Pubblicato il 17 Aprile 2012 11:19

Usare la luce per creare la luce, ovvero come reagente fondamentale nella preparazione di celle fotovoltaiche a base organica (basate su materiali composti del carbonio). Questa è l’idea alla base di ExPhon, il progetto di Luca Beverina, ricercatore del dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano-Bicocca, che si è classificato al quarto posto nel Premio Cariplo “Ricerca di Frontiera”  e riceverà un finanziamento di 130 mila euro per trasformare l’idea in realtà.

"L'uso della luce non solo per l'alimentazione di una cella fotovoltaica ma come vero e proprio strumento per la sua realizzazione è l’idea alla base di questo progetto”, ha spiegato Beverina in un’intervista video (vedi sopra). “L’obiettivo di questa ricerca è favorire l'industrializzazione di questa tecnologia e contribuire all’affermazione dei materiali organici nel fotovoltaico”.

Con ExPhon (Exploitation of Self-Assembly and Photochemistry for the straightforward, low cost production of Nanostructured Organic Photovoltaic Devices), il ricercatore punta a migliorare il processo produttivo delle celle fotovoltaiche organiche sfruttando contemporaneamente due proprietà dei materiali organici: quella di auto assemblaggio e quella di reattività fotochimica. Usando la seconda per guidare la prima e ottenere il materiale più efficiente possibile.

Se il ricercatore milanese, affiancato dal collega Riccardo Ruffo, dovesse riuscire nel suo intento, migliorerebbe l’efficienza di conversione dell’energia solare in energia elettrica delle celle organiche, ora attestata in torno al 10, riducendone i costi di produzione.

Se avete ricerche e studi da segnalare alla redazione per la rubrica “Ricerca d'Italia” scrivete a redazione@galileonet.it


Commenti lascia un commento

  • di Massimo Rosa , il 23 Aprile 2012 14:10
    Luca BEverina come a riga 10 e non BOverina come a riga 3

Lascia un commento

Autore

redazione

Little-detail-detail-logo_galileonet

Gli interventi a cura della Redazione di Galileo


Vai alla pagina dell'autore

Oggi su Galileo

Sondaggio

L'Associazione nazionale dei Comuni italiani ha proposto un pacchetto di modifiche al Codice della strada, per incentivare l'uso delle biciclette e tutelare i ciclisti. Si va dalla corsia ciclabile obbligatoria alla destra delle strade all'esenzione dal rispetto dei sensi unici per le biciclette. Ma a far discutere è soprattutto il limite di velocità di 30Km/h in città per le macchine. Pensate che sia giusto?

risultati

Segui Galileo su

Galileo Servizi Editoriali

Parole per la scienza

Galileo servizi editoriali è un service giornalistico che realizza inchieste per le principali testate italiane, sviluppa progetti di comunicazione per le aziende e gli enti di ricerca, produce formazione universitaria, organizza mostre, eventi, conferenze, realizza pubblicazioni su carta e siti web. vai al sito di Galileo Servizi Editoriali

Partners