- Galileo - https://www.galileonet.it -

Quel che resta delle eruzioni

Come mostra l’incredibile immagine [1], pubblicata dall’Earth Observatory [1] della Nasa, della colata di ossidiana fuoriuscita dalle viscere della Terra in seguito all’attività del vulcano Cordón Caulle in Cile, queste formazioni rocciose possono essere estremamente affascinanti. 

Certo, non sono mozzafiato e spaventose come una grandiosa eruzione [2], in cui lava infuocata e lapilli esplodono dalla bocca di un vulcano. E neanche impressionanti come le consistenti e durature emissioni di ceneri e polveri  [3]che per giorni possono oscurare il cielo che circonda un cratere. Tuttavia la natura rocciosa conferisce loro una caratteristica unica, quella della durevolezza, che ne fa delle sculture a cielo aperto; vere e proprie opere d’arte naturali che, come mostra questa galleria fotografica di Wired.com [4], non si trovano solo in Cile

Anche gli Stati Uniti Occidentali, soprattutto in località come le Cascades (la Catena delle Cascate) o la Long Valley offrono lo spettacolo di numerose e variegate cupole o colate, completamente o solo parzialmente di ossidiana: il nero vetro naturale dei vulcani, che si forma quando la lava emersa in superficie si raffredda molto rapidamente.

Via: Wired.it [5]

Credits immagine:USGS