- Galileo - https://www.galileonet.it -

Gli antenati europei dei panda

Un orso simile per aspetto e dieta ai panda moderni, viveva nell’area che adesso corrisponde all’Ungheria, circa 10 milioni anni fa. Lo racconta oggi uno studio [1] pubblicato su Geobios, secondo cui l’origine della famiglia di orsi da cui avrebbero avuto origine i panda potrebbe essere avvenuta in Europa e non in Asia.

Al giorno d’oggi, il panda gigante, l’unico discendente rimanente della sottofamiglia degli Ailuropodinae, può essere trovato in natura solamente nelle montagne della Cina centrale. La sua dieta, nonostante l’apparato digerente sia quello di un carnivoro, è composta quasi essenzialmente di bambù.

L’origine di questi caratteristici animali rimane perlopiù sconosciuta: poiché i panda si trovano naturalmente solo in Cina e molti scienziati sono convinti che abbiano sempre vissuto in Asia. Alcuni fossili, risalenti a 8 milioni di anni fa, sono stati ritrovati in varie caverne in Asia e in Cina. Tuttavia, già nel 2012, dei denti fossili vecchi 11 milioni di anni, probabilmente appartenenti al più antico antenato diretto del panda, Kretzoiarctos beatrix, sono stati ritrovati in Spagna, dando credito alla teoria che invece sostiene che questi orsi si sarebbero sviluppati in Europa prima di migrare verso l’Asia.

David Begun e il suo team stavano cercando di riportare alla luce ossa di ominidi in un sito archeologico a Rudabanya, in Ungheria, quando hanno notato un set di denti fossili intrappolati dietro la scapola di un rinoceronte. Secondo l’analisi dei ricercatori, i denti risalirebbero a circa 10 milioni di anni fa, nel tardo Miocene. Confrontandone la forma, struttura e usura con i denti di altri orsi, il team ha potuto osservare che erano simili ai denti di un panda moderno. In particolare, i segni lasciati dal cibo sullo smalto dei denti erano compatibili con una dieta a base di piante dure simili al bambù. I ricercatori hanno chiamato la specie Miomaci panonnicum. “Entrambe le specie consumavano piante dure, che dovevano essere tagliati dai denti e non masticati,” ha spiegato Louis de Bonis [2], che ha preso parte alla ricerca, “Questo ci dice che lo stile di vita degli antenati del panda era molto simile a quello degli esemplari moderni. Miomaci potrebbe essere considerato non un antenato diretto, ma più come un cugino del panda moderno.” De Bonis ha aggiunto che le loro linee evolutive si sono probabilmente separate verso la metà del Miocene.

Ma se è vero che i panda si sono originati in Europa, come hanno fatto a colonizzare l’Asia? Secondo i ricercatori, il clima potrebbe essere il principale responsabile di questo spostamento. Quando Miomaci viveva in Europa, il clima era completamente diverso da quello di oggi, molto più caldo e umido: l’analisi dei denti di ritrovati ha infatti confermato che l’area in cui l’esemplare viveva era simile ad una foresta subtropicale nelle vicinanze di un lago. Habitat come questi sono scomparsi dal nostro continente circa 5 milioni di anni fa, quando il clima è diventato più freddo e asciutto. Questo ha causato un vero e proprio stravolgimento della fauna europea, con una successiva scomparsa delle specie abituate a popolare forense dense e umide.

Riferimenti: Geobios [1]