- Galileo - https://www.galileonet.it -

Bruxelles, è ora di occuparsi di tumore al seno avanzato

Basta far finta di non sapere. Le donne con tumore al seno avanzato esistono, sono tante, probabilmente di più di quante si sappia. E hanno necessità particolari di cui le istituzioni e la società civile devono prendere atto, così da agire perché non si sentano più invisibili, sole, bistrattate da un sistema impreparato a sostenerle. È questo il messaggio che emerge dall’incontro “My time, our time”, promosso da Novartis Oncology, che l’8 novembre scorso si è svolto al Parlamento Europeo a Bruxelles e che ha visto partecipare tutti gli attori in gioco: dai politici agli esperti della comunità scientifica, dalle associazioni di pazienti alle organizzazioni di advocacy, fino alle aziende impegnate in progetti di ricerca e sviluppo per il trattamento e la cura del tumore al seno.

Continua a leggere su Salute Seno di Repubblica.it [1]