- Galileo - https://www.galileonet.it -

Il futuro della sanità, protagonista di Frontiers Health

Viviamo in anni in cui il settore dell’assistenza sanitaria è più che mai in trasformazione. E in cui medicina e tecnologia convergono sempre più velocemente nell’healthcare, offrendo nuove opportunità di crescita, innovazione e dialogo. Da portavoce dell’evoluzione che il settore sta vivendo, torna Frontiers Health [1], evento dedicato alle nuove frontiere del settore sanitario, che anche quest’anno affronterà le tematiche con taglio pratico, tra presentazioni, laboratori, incontri faccia a faccia con gli esperti e workshop.

Spin-off di Frontiers Conference [2] – iniziativa italiana nata nel 2005 che oggi organizza in tutta Europa eventi incentrati sull’innovazione digitale – dal 2016 Frontiers Health si impegna a mettere al centro della scena il tema della digital health. La seconda edizione dell’evento torna a Berlino nei prossimi giorni, tra il 16 e 17 novembre.

Prenderanno parte all’iniziativa oltre 100 startup e 400 stakeholder tra imprenditori, investitori e dirigenti d’azienda. E c’è una novità: lo Startup & Investor Lounge, un’area dedicata in cui aziende e possibili partner potranno incontrarsi per discutere e accordarsi su eventuali collaborazioni e investimenti: “L’obiettivo è riunire una vasta gamma di partecipanti così da creare un’innovativa piattaforma di condivisione – afferma Roberto Ascione [3], presidente dell’evento e fondatore di Healthware International ‒ in cui ognuno possa portare la propria testimonianza e contribuire, insieme agli altri, alla re-invenzione dell’healthcare”.

Esperti da tutto il mondo metteranno sulla piazza le proprie conoscenze e prospettive. Si parlerà delle nuove soluzioni terapeutiche digitali e della loro integrazione nelle pratiche di assistenza sanitaria, della necessaria evoluzione delle figure professionali del settore, del coinvolgimento dei pazienti nell’utilizzo dei nuovi strumenti, del futuro dell’assicurazione sanitaria e dei trial clinici. Oltre a Roberto Ascione, tra i grandi nomi figureranno Eugene Borukhovich – Global Head, Digital Health Incubation & Innovation di Bayer, Kristin Milburn – Strategic Partnerships Head, Digital Acceleration Lab di Novartis e Valerio Nannini – Senior Vice President Head of Strategies and Performance di Nestlé.

Al centro dell’attenzione saranno poi le nuove strategie di finanziamento, il ruolo dell’industria farmaceutica e la “Medicine of me” – ovvero come l’alimentazione, l’attività fisica e l’arte possono indurre effetti clinici misurabili. Per chiunque sia interessato, l’occasione è quella di approfondire le proprie competenze ed estendere il proprio network di contatti, oltre a trarre ispirazione dalle esperienze condivise. L’ingresso è aperto a tutti previa registrazione sul sito ufficiale [4] dell’evento.