- Galileo - https://www.galileonet.it -

La guerra dei computer quantistici

Computer quantistico, è guerra aperta tra i big. Che se le suonano a colpi di qubit [1]. Appena pochi mesi fa Google aveva annunciato di essere passata alla fase di test di un processore quantistico [2] a 20 qubit e di essere pronta a lanciarne uno ancora più potente, a 49 qubit, entro la fine dell’anno, sbandierando ai quattro venti la propria quantum supremacy [3]. Oggi, Ibm sembra aver messo la freccia: un’équipe di fisici e ingegneri del colosso dell’informatica (tra cui figura anche un italiano, Giacomo Nannicini) ha infatti pubblicato sul server di pre-print ArXiv [4] un articolo dal titolo significativo, “Rompere la barriera dei 49 qubit nella simulazione di circuiti quantistici”, in cui raccontano di aver sviluppato un algoritmo in grado di simulare computer quantistici a 56 qubit. Un sorpasso, si badi bene, che però al momento è solo teorico, dal momento che l’algoritmo descritto nel paper è relativo, per l’appunto, alla simulazione di un processore quantistico in un computer tradizionale e non alla realizzazione di un vero computer quantistico.

Continua a leggere su Wired.it [5]