- Galileo - https://www.galileonet.it -

La fisica del caffellatte

Da dove può arrivare l’ispirazione? Da qualsiasi cosa evidentemente. Anche da un caffellatte. È quello che è successo a Howard Stone, docente di ingegneria meccanica e aerospaziale a Princeton, e al suo studente Nan Xue, che prendendo spunto dalla stratificazione del caffè [1] nel latte caldo hanno realizzato una ricerca [2] che potrebbe avere importanti ripercussioni sia nella comprensione di fenomeni oceanografici [3](come la stratificazione dell’acqua a differenti salinità e temperature) sia in ambito industriale per sviluppare sistemi di colata che riducano complessità e costi di produzione. Dalle pagine di Nature Communications i ricercatori spiegano dunque come siano proprio densità, temperatura e velocità di iniezioneil segreto per una perfetta stratificazione.

Continua a leggere su Wired.it [4]