Categorie: Salute

7 regole d’oro per conservare gli avanzi e cucinare con l’alluminio

Natale, tempo di cene e pranzi in famiglia, con tavolate abbondanti e inevitabili avanzi incartati nella stagnola. Ma come conservarli senza danni per la salute? Ce lo spiega in questi giorni una campagna del Ministero della Salute rivolta a consumatori e operatori del settore alimentare, sull’uso corretto dell’alluminio a contatto con gli alimenti.

I rischi per l’organismo

Come ricordava in un parere del 2017 il CNSA (Comitato nazionale per la sicurezza alimentare), l’alluminio, diffusissimo nelle nostre cucine e nell’industria alimentare, è un metallo “con riconosciuta potenziale pericolosità per la nostra salute”, perché interferisce con diversi processi biologici, provocando ad esempio stress ossidativo cellulare o influenzando il metabolismo del calcio.

Gli effetti tossici riguardano principalmente il sistema nervoso centrale e il tessuto osseo, ma fortunatamente – sottolineano gli esperti del CNSA – sono stati osservati soprattutto in soggetti a rischio esposti all’accumulo di grandi quantità di alluminio. A rendere pericoloso questo metallo, infatti, è la capacità di accumularsi nell’organismo: la sua tossicità aumenta quindi in persone con una funzionalità renale ancora immatura, come i bambini sotto i tre anni, o diminuita, come anziani e nefropatici, perché l’escrezione del metallo avviene principalmente tramite i reni.

Dosi massime e fonti di assunzione

Secondo il parere dell’EFSA (European Food Safety Authority) sulla Sicurezza dell’Alluminio negli Alimenti, la dose settimanale tollerabile è di 1 mg per kg di peso corporeo, corrispondente, ad esempio, a 20 e 70 mg di alluminio a settimana nel caso di un bambino di 20 kg e un adulto di 70 kg. Ma quali sono le fonti da cui lo assumiamo?

La via di esposizione principale è quella alimentare. La sua concentrazione nei cibi può derivare dal terreno naturale o da emissioni ambientali, o essere legata all’aggiunta di additivi alimentari contenenti alluminio,il suo utilizzo è però stato normato, e ridotto notevolmente, a partire dal 2011. Anche il contatto con imballaggi e utensili da cucina in alluminio rappresenta una possibile via di contaminazione, ed è proprio qui che, come ci ricorda il Ministero, abbiamo maggiori possibilità di fare prevenzione.

Le 7 regole per conservare i cibi con l’alluminio

Dobbiamo evitare, quindi, di avvolgere gli alimenti con la carta stagnola, o di conservarli in vaschette di alluminio? No, se ricordiamo di adottare alcune semplici precauzioni: il rilascio del metallo per contatto, infatti, è condizionato dalle modalità d’uso e da altri fattori, come il tempo di conservazione, la temperatura e la composizione degli alimenti. Su questa base, il Ministero ha elaborato sette consigli.

  1. Leggere l’etichetta sugli imballaggi, verificare che siano idonei al contatto con gli alimenti e seguire le istruzioni per l’uso.
  2. Evitare di usarli per cibi fortemente acidi o salati.
  3. Conservare gli alimenti a contatto con l’alluminio per più di 24 ore solo a temperatura di refrigerazione o congelamento.
  4. Conservare a temperatura ambiente, oltre 24 ore, solo alimenti solidi secchi. In questa categoria rientrano: prodotti di cacao e cioccolato, caffè, spezie ed erbe infusionali, zucchero, cereali e prodotti derivati, paste alimentari non fresche, prodotti di panetteria, legumi secchi e prodotti derivati, frutta secca, funghi secchi, ortaggi essiccati, prodotti della confetteria, prodotti da forno fini (se la farcitura non è a contatto con l’alluminio).
  5. Non riutilizzare i contenitori monouso.
  6. Non graffiare pentole, padelle e altri contenitori durante l’uso.
  7. Non pulirli con prodotti abrasivi.
Claudia Borgia

Articoli recenti

Over 40, come prenotare il vaccino, regione per per regione

Il commissario straordinario all'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo ha dato il via libera all'apertura delle…

1 giorno fa

Tra psicoterapia e fede: Manfred Lΰtz intervista Otto Kernberg

Manfred Lΰtz intervista Otto Kernberg, uno dei più importanti psicoanalisti contemporanei, affrontando temi diversi: dalla…

2 giorni fa

Un gene della calvizie aumenta il rischio di Covid-19?

Sappiamo che gli uomini sono più vulnerabili alle forme gravi di Covid-19. Oggi uno studio…

2 giorni fa

Sversare le acque reflue di Fukushima nell’oceano: si può fare?

Per gli esperti smaltire in mare oltre un milione di tonnellate di acqua usata per…

3 giorni fa

Nove Neanderthal scoperti al Circeo

Un vero pozzo di preistoria, il sito archeologico della Grotta Guattari a San Felice del…

4 giorni fa

Vaccino Pfizer-BioNTech: negli Usa anche per gli adolescenti

La Food & Drug Administration è arrivata l'approvazione del vaccino a mRNA anche nei ragazzi,…

4 giorni fa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.

Leggi di più