Bando FISM 2019: 5 milioni per la ricerca sulla sclerosi multipla

bando fism 2019
(Foto via Pixabay)

Cinque milioni di euro per sostenere progetti di ricerca sulla sclerosi multipla (SM). Scopo: trovare la causa, la cura, migliorare i servizi e la qualità della vita della persona con sclerosi multipla. Con la call “Sclerosi multipla: scegli la nostra ricerca” del bando FISM 2019, si rinnova l’impegno dell’Associazione italiana sclerosi multipla (AISM) a favore della ricerca. Il bando FISM 2019 valuterà con favore progetti innovativi, speciali, anche di lungo periodo, pensati con strategie collaborative. Ai ricercatori viene richiesta la capacità di integrarsi e di interagire tra più gruppi di ricerca, in ambiti di ricerca interdisciplinari, capaci di percorrere direzioni strategiche, innovative, andando verso la ricerca della causa e della cura risolutiva, verso un concreto cambiamento della vita della persona con sclerosi multipla, sostenendo anche infrastrutture per la ricerca.

I progetti che possono partecipare al bando FISM 2019

Potranno essere presentati al bando FISM 2019 progetti annuali, biennali, triennali, nonché progetti pilota di un anno (per ricerche innovative ad alto rischio), progetti speciali e proposte di infrastrutture per la ricerca. I ricercatori potranno presentare i progetti sino al 20 maggio. I ricercatori che hanno preso parte ai progetti finanziati grazie alla Fondazione italiana sclerosi multipla (FISM), riferiscono dall’associazione, sono leader dei principali network internazionali nel campo delle staminali neurali, mesenchimali ed ematopoietiche, nella ricerca in risonanza magnetica, nello studio di nuovi farmaci per le forme progressive, nella genetica e nella neuroimmunologia per la comprensione delle cause e dello sviluppo della malattia, negli studi clinici, apportando cambiamenti concreti nella vita delle persone con sclerosi multipla.

La sfida della ricerca per le forme progressive della sclerosi multipla

La nuova sfida di AISM e FISM è oggi trovare risposte per le forme progressive che rallentino la neurodegenerazione e rendano possibile la riparazione del tessuto danneggiato. “La ricerca che vogliamo è quella che cambia la realtà della sclerosi multipla, e anche delle patologie similari: questo è un impegno che ci guida da 50 anni. Negli ultimi 10 anni abbiamo investito oltre 74 milioni di euro nella ricerca, 54 dei quali provengono dal 5xmille; abbiamo sostenuto 422 ricercatori, 172 borse di studio, 582 progetti di ricerca dal 1987 ad oggi”, ha ricordato Mario Alberto Battaglia, Presidente della FISM: “Vincere la sclerosi multipla è una sfida che richiede il forte impegno di tutti, non solo di chi vive con la SM. E i nostri ricercatori sono sempre in prima linea con AISM e sono i primi a far sì che la loro ricerca cambi la vita delle persone” conclude Battaglia.

Tutte le informazioni per partecipare al bando FISM 2019 sono disponibili sul sito dell’Aism o scrivendo a fism@aism.it