Categories: Ambiente

La bistecca vegana che sembra vera

Le alternative vegane alla carne non mancano, e tuttavia riprodurre la consistenza di una vera bistecca rimane una sfida non da poco. A cogliere la palla al balzo è stata, tra gli altri, Novameat, una start up spagnola divenuta nota nel 2018 per aver creato una stampante 3D in grado di produrre sostituti della carne vegani. Il risultato è stato una bistecca vegana super-realistica, in grado di replicare la texture e consistenza di un vero pezzo di carne.

Una bistecca a base di piselli e alghe

“Abbiamo cominciato con la bistecca perché si tratta del santo Graal della dieta vegana, è la cosa più difficile da replicare,” ha spiegato l’italiano Giuseppe Scionti, fondatore di Novameat, al Guardian. Tra gli ingredienti ci sono piselli, alghe e succo di barbabietola, mescolati fino a formate sottili fibre che sembrano replicare il tessuto muscolare di un animale. Grazie a nuova tecnologia, i ricercatori sono stati infatti in grado di produrre fibre di un diametro compreso tra i 100 e i 500 micron, molto più piccole di quelle realizzabili da qualsiasi altro strumento al momento a disposizione. La formulazione degli ingredienti non è ancora completa ma dovrebbe essere finalizzata nei prossimi mesi, per entrare in commercio in ristoranti italiani e spagnoli entro la fine dell’anno, secondo il quotidiano inglese.

Un’alternativa per i consumatori e l’ambiente

La bistecca prodotta pesa 50g e produrla costa 1,50 dollari. Secondo Scionti tuttavia il prezzo scenderà una volta che il processo verrà automatizzato, per esempio in una fabbrica che dovrebbe essere in grado di produrre 50kg di queste bistecche l’ora. Novameat vuole inoltre vendere licenze per questa tecnologia ad altri produttori di cibo in modo che possano sviluppare altre ricette vegane simili. “Crediamo che sia importante fornire un’alternativa ai consumatori,” ha concluso Scionti, “Nel lungo termine questo aiuterà a far diminuire il bisogno di terra, acqua, energia e le emissioni prodotte dall’allevamento di animali”.

In una direzione alternativa – e al tempo stesso parallela – si muovono le ricerche che tentano di produrre la carne in provetta, che puntano sia a creare prodotti che ricordino come consistenza quelli della carne tradizionale che a soddisfare l’aumento dei consumi atteso per i prossimi anni, magari in modo più sostenibile.

Riferimenti: Novameat

(Credits immagine di copertina: Veganliftz via Pixabay)

Claudia De Luca

Dopo la laurea triennale in Fisica e Astrofisica alla Sapienza capisce che la vita da ricercatrice non fa per lei e decide di frequentare il Master in Giornalismo e Comunicazione della Scienza all'Università di Ferrara, per imparare a conciliare il suo amore per la scienza e la sua passione per la scrittura.

Recent Posts

  • Ambiente

Salvare la Terra, la più grande sfida della storia dell’umanità

La scomparsa della vita sulla Terra è una catastrofe attuale, sostiene l’astrofisico Aurélien Barrau, e questo devastante processo tende ad…

1 giorno ago
  • Salute

Maga, virologo Cnr: “Massima allerta, ma fuori delle aree a rischio usiamo il buon senso”

Al momento non c'è un'epidemia di SARS-CoV2 in Italia, ma il quadro potrebbe cambiare nei prossimi giorni. Contro il coronavirus…

1 giorno ago
  • Ambiente

Risolto il mistero dell’acqua urticante: la medusa capovolta colpisce a distanza

La Cassiopea xamachana, una medusa che vive "a testa in giù" sui bassi fondali oceanici, uccide a distanza le sue…

2 giorni ago
  • Salute

Coronavirus in Italia, come ci possiamo difendere

Con i primi casi italiani di coronavirus, qualche informazione per non farsi prendere dal panico, tenendo comunque gli occhi aperti

2 giorni ago
  • Salute

Contro l’ipertensione un mix di tre estratti naturali

Estratti naturali di origine vegetale migliorano la funzione vascolare in pazienti con ipertensione difficili da controllare. Ma non vanno considerati…

3 giorni ago
  • Spazio

L’esopianeta più veloce, orbita intorno alla sua stella in sole 18 ore

Finora fra gli esopianeti con caratteristiche simili a Giove è l'unico che impiega solo 18 ore per compiere un'orbita intorno…

3 giorni ago