Categorie: Spazio

Eta Aquaridi, tornano le meteore della cometa di Halley

Per rivedere dalle nostre parti la cometa di Halley manca ancora tempo. Non ripasserà (al perielio) che tra diversi anni: nel 2061. Nel mentre però ogni anno, puntuale, possiamo ammirare lo sciame meteorico associato alla cometa, quello delle Eta Aquaridi, che prendono il nome dalla costellazione da cui sembrano originarsi (quella dell’Acquario, di cui Eta Aquarii è una delle stelle principali). In realtà, a onor del vero, ogni anno ne ammiriamo due di sciami meteorici associati alla cometa di Halley, con le autunnali Orionidi, gemelle delle Eta Aquaridi.

Il contributo della cometa allo spettacolo è questo (come per altri sciami meteorici): nel suo passaggi perde pezzi, frammenti che quando intercettati dalla Terra bruciano e brillano a contatto con l’atmosfera. Come sarà quest’anno lo spettacolo? Quando il suo massimo’

Secondo le indicazioni rilasciate dall’Unione astrofili italiani – che ricorda come nell’emisfero sud le condizioni di osservazioni siano più propizie in generale, perché il radiante è più visibile, mentre d noi rimane poco a lungo e basso – l’attività delle Eta Aquaridi si concentra tra il 3 e il 10 maggio, ma si protrae per quasi tutto il mese. L’assenza del disturbo lunare – con Luna nuova il prossimo 11 maggio – dovrebbe rendere particolarmente favorevole l’osservazione in prossimità del loro massimo, nella notte tra il 5 e il 6 maggio, continuano dalla Uai, in particolare prima dell’alba. Sono meteore in genere che viaggiano abbastanza veloci, ricorda la Nasa (più di 60 km/s), con scie luminose anche durature.

Buona fortuna!

Credits immagine: Michał Mancewicz on Unsplash

Redazione Galileo

Gli interventi a cura della Redazione di Galileo.

Articoli recenti

Oltre Covid, quanti sono stati i pazienti dimenticati a causa della pandemia?

"I pazienti dimenticati" è il titolo di un’inchiesta di data journalism dedicata al peso della…

16 ore fa

Se Covid-19 riduce anche la materia grigia

I sintomi neurologici, fra cui la perdita protratta di gusto e olfatto, si possono vedere…

2 giorni fa

Il 24 giugno torna la superluna, l’ultima dell’anno

È attesa la notte del 24 giugno. Si chiama luna di fragola, ma possiede anche…

2 giorni fa

Guariti da Covid-19: quando fare il vaccino?

Secondo uno studio inglese nei guariti la protezione potrebbe calare già dopo sei mesi, soprattutto…

2 giorni fa

Sei piccole aragoste sono nate per salvare la specie nel Mediterraneo

L'aragosta è nella lista rossa delle specie minacciate. Per questo un progetto dell'Università della Corsica…

3 giorni fa

Il Sole diventa un francobollo multicolor

Ecco il nuovo francobollo delle poste americane, tra eruzioni dii plasma, macchie solari e buchi…

3 giorni fa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.

Leggi di più