Personal Space, il social network della volta celeste

Vi siete mai chiesti che aspetto avesse il cielo sopra di voi nei momenti più importanti della vostra vita? Scoprirlo è adesso possibile, grazie a Personal Space, un’applicazione web gratuita che da la possibilità, inserendo data, ora e luogo (ad esempio quelli della vostra nascita), di ottenere un’immagine astronomica della regione dell’universo che, in quel significativo momento, si trovava sopra la nostra testa.

“Per me che ho fatto dell’astronomia una professione, le ragioni per guardare il cielo e le direzioni in cui osservarlo sono tante. Ma per tutti gli altri? Qual è la porzione di cielo più significativa? Le persone alle quali l’ho chiesto mi hanno risposto: quella esattamente al di sopra della nostra testa” ha spiegato Robert Simpson, astronomo alla University of Oxford e ideatore del progetto “e in particolare sopra di noi in un momento importante. Ecco, questa è un po’ l’idea che sta alla base di Personal Space”.

Ma non è tutto: Personal Space, che è nato dalla collaborazione di Simpson con Lorraine Hanlon e Emer O Boyle, dell’University College di Dublino, permette anche di vedere quando il proprio pezzo di cielo si interseca con quello di altre persone, o con eventi storici e politici. Proprio per questo gli scienziati stanno lavorando ad un database di eventi significativi e delle regioni di cielo ad essi associati, estraendole dall’archivio della Sloan Digital Sky Survey, un insieme di immagini ottenute in più di otto anni di lavoro, contenenti 930mila galassie e almeno 120mila quasar.

Tutto questo non sarebbe possibile senza GLORIA (GLObal Robotic telescopes Intelligent Array for e-Science), un progetto collaborativo che mira a sfruttare le enormi potenzialità del web per eseguire ricerche astronomiche, formando una vera e propria rete di telescopi robotici sparsa per il mondo, utilizzabile da chiunque abbia una connessione Internet. Gli utenti registrati possono già contribuire al calcolo dell’attività solare tramite l’analisi di alcune immagini acquisite dall’Osservatorio del Teide con il telescopio TAD.

Per maggiori informazioni, visita il sito di Personal Space e del progetto GLORIA.

Credits immagine: [email protected]/Flickr

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here