Anche le delfine hanno la clitoride: fanno sesso per piacere?

Anche le femmine di delfino fanno sesso per piacere, e non solo per dovere riproduttivo. Lo suggerisce l'anatomia: una clitoride simile a quella umana

piacere sessuale
  • 118
  •  
  •  

Che ruolo ha il sesso nella vita dei delfini?  Questi animali non hanno una “stagione degli amori” come tanti animali, non si accoppiano solamente nei periodi in cui le femmine sono fertili ma lo fanno durante tutto l’anno, come gli esseri umani e i bonobo. Ma allora, anche le delfine, come le donne e le femmine degli scimpanzé pigmei, fanno sesso per piacere, e non solo per “dovere” riproduttivo?

A giudicare dall’anatomia, la risposta è “sì”. A dirlo è uno studio presentato al meeting Experimental Biology 2019 che per la prima volta ha esaminato nel dettaglio la conformazione anatomica di 11 femmine tursiopi morte per cause naturali, servendosi anche della tomografia computerizzata per ottenere immagini 3d.

Donne e delfine

Gli scienziati hanno scoperto che questi cetacei hanno una clitoride sviluppata, potenzialmente erettile e ricca di terminazioni nervose che la rendono particolarmente sensibile, come quella delle femmine umane e bonobo. E la conformazione della pelle che la ricopre suggerisce, secondo i ricercatori, che possa diventare più sensibile se stimolata.

(Foto: Dara Orbach, Mount Holyoke College)

Ma ci sono anche differenze tra la clitoride delle tursiopi e quella delle donne. “Nei delfini, per esempio, l’organo è posizionato all’ingresso della vagina mentre negli esseri umani è completamente esterno. Questo significa che durante l’accoppiamento la clitoride è a diretto contatto con il pene e quindi può facilmente essere stimolata”, spiega Orbach. Nella delfina, mancano però i bulbi vestibolari, organi che nella donna circondano l’orifizio vaginale e contribuiscono all’orgasmo.

Sesso per piacere

“L’anatomia ci dice che le femmine tursiopi hanno il clitoride funzionale”, dice Dara Orbach, prima firma della ricerca. “Tuttavia servono ulteriori studi, tra cui analisi fisiologiche e comportamentali, per capire se il sesso può procurare piacere alle femmine di questi cetacei.”

“In generale, sappiamo poco dell’anatomia riproduttiva femminile nelle specie vertebrate”, fa notare la ricercatrice. “Il nostro studio offre un confronto utile per poter esplorare la possibilità di altre funzioni del sesso, oltre a quella meramente riproduttiva, che potrebbero esistere anche per altri animali oltre che per i bonobo e gli esseri umani”.

Riferimenti: Experimental Biology 2019

Articoli correlati


  • 118
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *