Elezioni 2013, Beppe Grillo spiegato al mondo

Immaginate di dover spiegare a uno straniero la bizzarra situazione politica italiana, con tutte le sue anomalie, contraddizioni, cicli e ricicli storici. Non sarebbe certamente un compito facile, tanto più che negli ultimi anni, a confondere ulteriormente le acque, è intervenuto un vero e proprio tsunami, come è stato definito dai suoi stessi promotori. Si tratta, naturalmente, del MoVimento 5 Stelle fondato dal comico genovese Beppe Grillo, che cavalcando l’onda dell’anti-politica, del risentimento popolare nei confronti della classe dirigente e delle difficoltà derivanti dalla crisi economica, è riuscito a riscuotere un grande consenso presso l’elettorato italiano.

A fare un po’ di chiarezza sulla situazione ci hanno pensato Fabio Bordignon e Luigi Ceccarini, docenti di scienze politiche all’Università di Urbino “Carlo Bo”: in un lavoro pubblicato sulla rivista South European Society and Politics, gli scienziati hanno tracciato un’accurata analisi del movimento e del suo fondatore, cercando di descrivere il motivo del suo successo.

La disamina degli studiosi parte dalla storia del movimento, per poi passarne a raccontarne la struttura e i punti principali del messaggio politico, concludendo con i dati statistici sulla sua crescita negli ultimi anni. E chiudono con una previsione: “È molto probabile che il movimento ottenga un certo numero di seggi alle elezioni politiche del 2013. Il futuro del MoVimento dipenderà in modo cruciale da quello che succederà in Parlamento”.

Riferimenti: South European Society and Politics, doi:10.1080/13608746.2013.775720

Credits immagine: 20centesimi / Flickr

Articoli correlati

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here