L’italiano Ugo Mellone tra i vincitori del Wildlife Photographer of the Year

Quest’anno tra i premiati del concorso di fotografia naturalistica più famoso al mondo c’è anche un italiano: Ugo Mellone, che ci racconta come sono nati i suoi scatti spettacolari

  •  
  •  
  •  

Una balenottera di Eden a caccia di sardine, una volpe sorpresa nella notte in un giardino del Surrey, in Inghilterra, una rondine che sembra bucare un dipinto a olio, una farfalla mummificata nel sale. Sono solo alcune delle immagini vincitrici della 51° edizione del Wildlife Photograper of the Year 2015, il prestigioso concorso internazionale indetto dal Natural History Museum e dalla BBC Wildlife, che ha lo scopo di “ispirare milioni di persone ad apprezzare e conservare il mondo della natura” mettendone in risalto non solo la bellezza, ma anche la fragilità. Premio che parla un po’ anche italiano.

A vincere il titolo di “Wildlife Photographer” dell’anno è il canadese Don Gutoski, con A tale of two foxes, uno scatto che ritrae una volpe rossa (Vulpes vulpes) che trascina sulla neve la carcassa di una volpe artica (Alopex lagopus). Una scena immortalata in condizioni proibitive nella tundra canadese, a -30° C, che racconta come i cambiamenti climatici influiscano anche sull’areale di queste due specie, che oggi si trovano a condividere gli stessi territori nella Baia di Hudson.

Ma tra i 17 vincitori c’è anche il salentino Ugo Mellone, che si è aggiudicato la categoria Invetebrati con Butterfly in cristal: una femmina di Pyronia cecilia “mummificata” nel sale. Un lampo giallo tra i cristalli bianchi, formatisi per l’evaporazione dell’acqua salata del mare. L’immagine è stata realizzata sulle scogliere del Salento, quelle che danno sul Canale d’Otranto, un posto molto caro a Mellone “dove sembra che il tempo si sia fermato, come per questa farfalla intrappolata per sempre nel sale”. Ma Mellone, naturalista ed ornitologo con un dottorato sulle migrazioni dei rapaci, è finalista anche con un’altra fotografia, The tunnel of spring, questa volta per la categoria Paesaggi. Uno scatto che racconta il disgelo in Sierra Nevada, un fenomeno tanto spettacolare quanto effimero. Un tunnel di ghiaccio dai colori arcobaleno lascia passare i raggi del sole caldo dell’Andalusia, consentendo al manto erboso di crescere, mentre l’acqua dei torrenti nati dal disgelo raggiungerà invece l’Atlantico, attraverso il fiume Guadalquivir.

mellone2

Mellone, infatti, vive e lavora ormai in Spagna, proprio in Andalusia orientale, uno dei territori con la più alta diversità ambientale in Europa. Qui continua a coltivare la sua passione per la fotografia, nata quand’era ancora adolescente, e colleziona i suoi scatti migliori per il progetto Genius loci, con cui lavora insieme ad altri fotografi italiani per raccontare la bellezza della natura, e per il suo nuovo libro fotografico. “Ero nelle Asturie nel nord della Spagna quando ho ricevuto la notizia” racconta Mellone a Galileo “stavo facendo un appostamento a orsi,  per un documentario, ma gli ultimi giorni erano stati davvero deprimenti: gli orsi non si facevano vedere”. Essere selezionati come vincitore, tra gli oltre 4.000 fotografi partecipanti, non è un’impresa semplice e a volte bravura e creatività non bastano, bisogna anche fare le scelte giuste. “Ovviamente nutrivo delle speranze, ma non su queste due fotografie in particolare. Credo che la mia mossa migliore sia stata inviare la foto della farfalla alla categoria Invertebrati. Se l’avessi inviata alla categoria Impressions, quella delle foto creative, sicuramente avrebbe spiccato meno” confida Mellone. Impressions infatti è stata vinta dallo spagnolo Juan Tapia con una foto molto particole Life comes to art: una rondine entra in un fienile attraverso uno squarcio in un dipinto ad olio. Un’immagine realizzata ad arte, posizionando il quadro alla finestra del fienile dove le rondini avevano fatto il nido e aspettando ben otto ore che una rondine passasse proprio dentro quel buco.

Per ammirare queste meravigliose immagini dal vivo, c’è ancora tempo: la mostra delle 100 fotografie finaliste e vincitrici sarà a Londra fino al 10 aprile 2016, e sono previste tournée in tutto il mondo.

Immagini: Ugo Mellone

Articoli correlati


  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *