Ad ogni cultura il suo orgasmo

repubblica su Galileo

USIAMO anche la faccia per mostrare i più svariati stati d’animo: felicità, tristezza, angoscia, ansia, dolore, piacere. Ma se alcune espressioni sono le stesse per sensazioni del tutto diverse, come possono servire da strumento di comunicazione davvero efficace? La domanda è quella che ha ispirato uno studio apparso in questi giorni sulle pagine di Pnas da parte di un team di ricercatori sparsi tra Regno Unito e Spagna, interessati a capire se davvero il linguaggio della nostra faccia sia lo stesso, per esempio, quando proviamo dolore o quando abbiamo un orgasmo. Perché non solo credenza popolare vuole che sia così, ma anche alcuni studi sembrano suggerire che dolore e piacere siano indistinguibili, almeno sulla faccia. Ma a quanto pare le cose potrebbero stare diversamente: se l’espressione del dolore sembra essere piuttosto universale, quella dell’orgasmo no, plasmata invece dalla cultura.

Continua a leggere su Repubblica.it

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here