Le avventure di Callie Rodriguez, la prima donna sulla Luna

Callie Rodriguez fumetto

C’è una bambina che quasi inciampa camminando sul marciapiede con la testa in su, verso la Luna. La stessa che a casa sta con il naso attaccato alla finestra guardando quella palla di luce e che chiusa in camera gioca a fare l’astronauta, casco di cartone in testa e aiutante robot al fianco. Un sogno da bambina. “Ma il sogno di una bambina è reale tanto quello di un adulto”. Comincia così il viaggio di Callie Rodriguez, la prima astronauta a mettere piede sulla Luna. Un’anticipazione di quello che vedremo a breve.

Portare la prima donna sulla Luna (e riportare l’uomo sulla Luna, con il primo rappresentante di colore) è infatti lo scopo del programma Artemis, mirato a stabilire una presenza di lungo corso sul nostro satellite, che possa servire da avamposto per la conquista di Marte. Come sarà, cosa avrà significato per quella astronauta arrivare fino a lassù, tra rinunce, impegno, successi e riconoscimenti? La Nasa prova a raccontarlo già da ora, attraverso i fumetti First Woman, che vedono per protagonista appunto l’immaginaria (ma neanche tanto) Callie Rodriguez. Che è quello che ci aspetta, ma un po’ anche il riconoscimento a tutte le donne che hanno fatto la storia dell’esplorazione spaziale prima di lei, da Valentina Tereshkova, la prima donna nello Spazio, a Mae C. Jamison, la prima donna di colore nello Spazio, a Peggy Whitson, la prima comandante della Staziona spaziale internazionale.

Le storie di Callie possono essere lette ma anche ascoltate. E per un’esperienza ancora più immersiva, ed esplorare i luoghi dove si muoveranno le astronaute e gli astronauti di domani, c’è anche la app.