Così Lhc è ancora più potente

Il Large hadron collider in fase di avvio al Cern di Ginevra opererà a potenza doppia  rispetto a quando nel 2012 permise di individuare il bosone di Higgs“E’ una macchina completamente nuova”, spiega Rolf Heuer, direttore generale del Cern, che potrebbe aprire nuove finestre su scenari al momento completamente sconosciuti. Ecco in cosa è diverso il nuovo Lhc:

3d dipole integration tunnel(1) Nuovi magneti, (2) Connessioni elettriche più forti, (3) Magneti più sicuri, (4) Fasci di energia più alta, (5) Fasci più stretti, (6) Protoni più vicini, (7) Tensione maggiore, (8) Raffreddamento ottimizzato (9) Elettronica impermeabile alle radiazioni, (10) Vuoto pneumatico più sicuro.

Credits: @Cern 2015 Photograph: Dominguez, Daniel; Brice, Maximilien; De Melis, Cinzia
Date: 09-03-2015

Articoli correlati

1 commento

  1. Penso che la particella importante che ancora non abbiamo conosciuto ma solamente immaginato di esistere forse presto
    la potremo vedere: il GRAVITONE. Attendiamo fiduciosi.
    Grazie Edoardo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here