Dry January, i benefici dell'astinenza dall'alcol per un mese

Dormire meglio, perdere peso e risparmiare un bel po’ di soldi.  Un guadagno per la salute e per il portafoglio, ammesso che, dopo gli eccessi delle vacanze natalizie, ci si astenga dall’alcol per un mese. Un vero e proprio periodo di pausa e di riposo che gli inglesi chiamano “Dry January” (in italiano traducibile con “gennaio astemio”). A quantificare i benefici di un mese a secco è stato il team di ricercatori dell’Università del Sussex, che ha dimostrato in una nuova ricerca come rinunciare al vino, birra e superalcolici per un mese possa essere un vero e proprio toccasana per la nostra salute, aiutandoci anche ad avere più energia e concentrazione.

Dry January, anche solo tentare fa bene

I ricercatori, guidati dallo psicologo Richard de Visser, hanno passano in rassegna le risposte di oltre 800 persone che avevano aderito al Dry January del 2018 in tre sondaggi online svolti nella prima settimana di febbraio e nello scorso agosto. “Ci sono notevoli benefici immediati: nove persone su dieci dichiarano di aver risparmiato denaro, sette su dieci dormono meglio e tre su cinque perdono peso”, ha spiegato l’autore dello studio, sottolineando come anche coloro che non erano riusciti a completare l’intero mese di astinenza, avessero riportato comunque dei benefici, seppur di minor entità. “È interessante notare che questi cambiamenti nel consumo di alcol sono stati osservati anche nei partecipanti che non sono riusciti ad astenersi dal bere per tutto il mese. Questo dimostra che ci sono reali benefici anche solo nel cercare di portare a termine il Dry January”.

I benefici dell’astensione dall’alcol

Secondo i dati riportati sul sito dell’Università del Sussex (non è possibile accedere direttamente allo studio) l’80% dei partecipanti ha riferito di sentirsi più padrone di se stesso e di riuscire ad esercitare un maggior controllo sull’alcol, mentre il 71% si è reso conto di non aver bisogno di bere per divertirsi. Dalla ricerca, inoltre, è emerso che i partecipanti hanno riportato un miglioramento nella qualità del sonno (il 71%) e nella concentrazione (il 57%), una maggiore sensazione di energia (il 67%), una perdita di peso (il 58%) e un risparmio di denaro (l’88%).

Gli effetti a lungo termine

“Il semplice atto di astenersi dall’alcol per un mese aiuta le persone a bere meno anche sul lungo termine“, ha commentato l’autore della ricerca. Dalle analisi, infatti, è emerso che in media, i partecipanti hanno continuato a bere sempre meno fino al mese dell’ultimo sondaggio (ad agosto): i giorni in cui si è consumato alcol sono scesi da 4,3 a 3,3 a settimana, le unità alcoliche bevute al giorno da 8,6 a 7,1 e la frequenza media di ubriachezza è passata da 3,4 al mese a 2,1 al mese.

“In parole povere, il Dry January può cambiare la vita, dimostrando che non abbiamo bisogno di alcol per divertirci, rilassarsi, socializzare”, ha concluso Richard Piper, Ceo dell’organizzazione di beneficienza Alcohol Change UK, promotrice dell’iniziativa Dry January.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here