Il ragno dagli occhi brillanti, vissuto 110 milioni di anni fa

Il ritrovamento in Corea: esemplari di ragni fossilizzati risalenti al Cretaceo inferiore, ma dagli occhi ancora "vivissimi". Probabilmente perché si trattava di predatori notturni

  • 1
  •  
  •  

CHI È ghiotto di pesce lo sa. Al momento di fare la spesa, si getta uno sguardo sugli occhi degli animali per saggiarne la freschezza: se appaiono brillanti, si può star certi che il pescato è recente. Ma non provate a replicare lo stesso accorgimento con i ragni della famiglia delle Lagonomegopidae, perché sareste tratti in inganno. Un’équipe di ricercatori della University of Kansas, lavorando di concerto con i colleghi del Korea Polar Research Institute, ha infatti rinvenuto in Corea diversi esemplari di ragni fossilizzati risalenti al Cretaceo inferiore (circa 110 milioni di anni fa) perfettamente conservati e che presentano, a dispetto del tempo passato, occhi straordinariamente riflettenti e accesi. I dettagli della scoperta sono stati pubblicati sul Journal of Systematic Palaeontology.

Continua a leggere su Repubblica.it

Articoli correlati


  • 1
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *