La app che va a caccia di neutrini

neutrini
(Credit: Microboone)

Fino a poco tempo fa, osservare le particelle elementari che compongono il nostro Universo era possibile solamente con apparecchiature costose ed accessibili solamente agli scienziati – adesso, grazie a una app per smartphone chiamata VENu, è invece possibile esplorare il mondo dei neutrini comodamente (ed economicamente) dal proprio telefono.

Sviluppata dai ricercatori della Oxford University, la app è gratuita e contiene i dati raccolti dagli scienziati durante l’esperimento Microboone, che ha come scopo lo studio dei neutrini, particelle subatomiche estremamente leggere (la loro massa si aggirerebbe attorno a un miliardesimo della massa di un atomo di idrogeno), e che, poiché prive di carica elettrica, interagiscono molto raramente. Proprio per questo, i neutrini sono notoriamente difficili da rilevare e catturare.

VENu sfrutta la tecnologia della realtà aumentata e può essere utilizzata con visualizzatori come, ad esempio, Google Cartboard; contiene dei giochi per stimolare il cervello e simulare l’atteggiamento di uno scienziato. Uno dei giochi permette ad esempio di osservare le interazioni dei neutrini con un sottofondo di raggi cosmici, un esperimento simile a quelli condotti dai fisici delle particelle.

L’app è disponibile gratuitamente sull’Apple Store e sul Google Android Marketplace.

Riferimenti: VENu

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here