Rinviato di 24 ore il lancio di Orion

Si chiama Orion, è una capsula spaziale progettata per trasportare gli esseri umani nello Spazio profondo e sarà testata per la prima volta dalla Nasa oggi, giovedì 4 dicembre, un evento che sarà possibile seguire in diretta online. Ma cos’è di preciso Orion, e perché è così importante per l’esplorazione umana dello Spazio?

Progettata dalla Lockheed Martin, un’azienda americana estremamente attiva nei settori dell’ingegneria aerospaziale e della difesa, si tratta di un veicolo spaziale di nuova generazione, destinato a trasportare equipaggi umani in un gran numero di missioni, le cui destinazioni includono, tra le altre, un asteroide e Marte. Orion, che prende il nome dalla più grande costellazione osservabile nel nostro cielo notturno, promette di essere la capsula spaziale più sicura e avanzata mai costruita, adattabile a un gran numero di missioni e in grado di trasportare gli esseri umani a destinazioni finora irraggiungibili.

Il progetto del veicolo include moltissime nuove tecnologie finora mai utilizzate in progetti di questo tipo, tra cui un rivoluzionario sistema di interruzione del lancio che aumenterà di moltissimo la sicurezza dell’equipaggio. In grado di attivarsi nel giro di qualche millisecondo, infatti, il sistema permette al modulo di compiere un atterraggio di emergenza senza mettere a rischio la sicurezza degli esseri umani a bordo.

Disegnata per trasportare un massimo di quattro esseri umani, Orion include un “crew module” destinato al trasporto del personale e dell’equipaggiamento necessario, e un “service module” composto dai sistemi di propulsione.

Il testi di oggi servirà proprio a mettere alla prova per la prima volta queste nuove tecnologie: “Questo primo volo è stato sviluppato appositamente per testare gli elementi che mettono più a rischio gli astronauti e fornirà importantissimi dati che ci aiuteranno a migliorare il progetto di Orion e a ridurre i rischi delle missioni future,” ha spiegato la Nasa.

Il test durerà circa 4 ore e mezza e vedrà la capsula, equipaggiata con più di 1000 diversi sensori, orbitare due volte intorno alla Terra, a una distanza di circa 3600 miglia. La partenza è prevista alle 12:05 (ora di Londra, le nostre 13:05) a bordo dello United Launch Alliance Delta 4 Heavy Rocket, in Florida, e sarà preceduto da alcune conferenze in cui la Nasa discuterà l’importanza della missione.

Se tutto andrà come previsto, la prima missione per Orion, ancora senza equipaggio, sarà nel 2017 e consisterà nella “circumnavigazione” della Luna; la prima missione con esseri umani non avverrà invece prima del 2021, e prevederà l’atterraggio su un asteroide.

Aggiornamento del 4/12: Il lancio di Orion, fa sapere la Nasa su Twitter, è stato rinviato. La prossima opportunità di decollo è tra 24 ore:

Riferimenti: Nasa

Credits immagine:NASA/Bill Ingalls

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here