L’appello dei ricercatori: serve più #ScienzaInParlamento

#ScienzaInParlamento

Dai vaccini alle cellule staminali, dall’energia alla sicurezza informatica: spesso, sempre più spesso, l’approvazione di una nuova legge chiama in campo competenze di tipo scientifico. Per questo è necessario che, come analoghi organismi di altri paesi, anche il Parlamento italiano abbia un ufficio indipendente di consulenza scientifica e tecnologica.  A chiederlo è #ScienzaInParlamento, una petizione lanciata oggi su Change.org da tre giovani ricercatori italiani emigrati all’estero – Ruggero Bettinardi (Muvraline France, Parigi), Alessandro Allegra (University College London e Harvard Kennedy School) e Casimiro Vizzini (Unesco, Parigi) – che forse proprio per questo hanno colto l’urgenza che anche l’italia si dotasse di un organo indipendente di informazione scientifica. Al loro fianco alcuni giornalisti scientifici.

Più #ScienzaInParlamento

“Se ci guardiamo intorno, molti Paesi hanno da tempo strutture di questo tipo”, dicono i promotori di #ScienzaInParlamento. “Le troviamo in Gran Bretagna, Francia, Germania, Olanda, Austria, Norvegia, Svizzera, Danimarca, e nello stesso parlamento europeo”. Più recentemente paesi come Spagna, Messico e Cile stanno costituendo uffici di documentazione scientifica, mentre negli Stati Uniti il Congresso riavrà presto un servizio di consulenza scientifica dopo anni di inattività.

“La presenza di solide competenze scientifiche anche nel nostro Parlamento, oltre a informare correttamente i politici possibilmente prima di importanti leggi e decisioni, aiuta tutta la società a contrastare più efficacemente il diffondersi di fake news su temi attinenti la salute e la scienza”, ha commentato il filosofo della scienza Telmo Pievani, tra i primi firmatari dell’appello.

Una volta raccolte altre firme, l’appello verrà presentato dai promotori al Parlamento italiano.

Per aderire all’appello:
https://www.change.org/p/appello-scienzainparlamento.

Foto: Presidenza della Repubblica, via Wikimedia

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here