Tumore del pancreas: ci prova una giovane italiana

Marina Baretti ha ricevuto un finanziamento dalla società americana di oncologia per condurre uno studio che combina l’immunoterapia con l’epigenetica per questo cancro ancora largamente immedicato e di quello delle vie biliari

Repubblica - logo
  • 64
  •  
  •  

La Società americana di oncologia medica premia una giovane ricercatrice italiana con 50mila dollari per continuare a studiare due tumori per i quali sono ancora poche le opzioni di cura: quello del pancreas e quello delle vie biliari. È Marina Beretti, oncologa di origini siciliane che in Italia lavora all’Humanitas di Milano, e il premio è lo Young Investigator Award dell’Asco – che quest’anno è stato vinto anche da un altro giovane italiano, Paolo Strati. Quando è arrivata alla John Hopkins University, un anno fa, Beretti pensava di rimanerci il tempo necessario a svolgere gli studi della sua borsa di studio. Ma poi dopo pochi mesi è arrivato un altro finanziamento e il suo soggiorno si è prolungato ancora un po’. “Ora con questo nuovo grant dovrò rimanere qui almeno un altro anno. Sono davvero contenta perché negli Usa ci sono le risorse giuste per poter portare avanti la mia ricerca”, ci dice la giovane oncologa.

Continua a leggere su Repubblica.it

Articoli correlati


  • 64
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *