Abbiamo scoperto come funziona un gene anticancro

Wired logo

Si chiama p53 ed è il più importante gene nella prevenzione del cancro, tanto da essere stato soprannominato “il guardiano del genoma”. Tuttavia, sebbene sia conosciuto da circa 30 anni per questa sua straordinaria capacità, finora la comunità scientifica sapeva solamente che il malfunzionamento di questo gene fosse responsabile della metà di tutti i tumori, ma non era ancora riuscita a svelare il meccanismo con il quale riuscisse a bloccare lo sviluppo dei tumori. Ma ora, per la prima volta, un team di ricercatori australiani del Walter and Eliza Hall Institutedell’Università di Melbourne ha dimostrato, su Nature Medicine, che uno speciale gruppo di geni coinvolti nel normale processo di riparazione del dna sono fondamentali per l’efficacia di p53, rivoluzionando così il mondo della prevenzione, aiutando i medici a diagnosticare prima i pazienti con un rischio maggiore di sviluppare tumori e a sviluppare trattamenti sempre più sicuri, efficaci e mirati.

Continua a leggere su Wired.it

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here