Quali sono i rimedi da evitare per la disfunzione erettile?

    La disfunzione erettile è un disturbo sessuale che, secondo le stime di andrologi e urologi, colpisce oltre 3 milioni di maschi di ogni età nel nostro paese. Non stupisce, quindi, il fatto che moltissimi uomini sono costantemente alla ricerca di rimedi per questo problema assai diffuso e fastidioso, il quale in molti casi può addirittura minare alla base il rapporto di coppia (se desideri ulteriori informazioni sulla disfunzione erettile, puoi leggere anche questo articolo).

    Se nel passato si credeva fosse un disturbo riguardante solamente gli uomini in tarda età e si parlava di impotenza sessuale, oggi invece sappiamo che a soffrire di problemi di erezione sono anche giovanissimi alle prime esperienze con la sessualità di coppia.

    La disfunzione erettile si manifesta con l’incapacità di ottenere l’erezione del pene durante i rapporti sessuali con la partner femminile, oppure con la perdita improvvisa della rigidità del pene durante l’atto sessuale stesso, prima ancora che questo possa essere ritenuto soddisfacente da uno o entrambi i partner.

    A differenza dell’eiaculazione precoce, altro disturbo sessuale maschile estremamente diffuso, la disfunzione erettile si ripercuote invece sul meccanismo psico-fisico che dovrebbe portare l’asta del pene in posizione rigida ed eretta per dar luogo alla penetrazione, oppure sul mantenimento della stessa rigidità dell’asta dando luogo alla perdita di erezione che si era manifestata in un primo tempo.

    Quando si manifestano i primi episodi di deficit erettivo, la maggior parte degli uomini provano uno stato di panico, che in molti casi si trasforma col tempo in sfiducia in se stessi, mancanza di autostima, insicurezza e ansia nei rapporti o nel relazionarsi con le donne e, in alcuni casi, anche in stati depressivi.

    Come già accennato, la ricerca di rimedi per i problemi di erezione è aumentata di tendenza negli ultimi anni, complice anche un vastissimo mercato di pillole di ogni genere (facilmente reperibili su internet) che promettono di risolvere il problema in modo facile e veloce.

    Ma la realtà dei fatti si presenta molto differente dalle molte promesse iperboliche e a farne le spese sono le disinformate “vittime” dei problemi erettivi, che magari hanno riposto in qualche pillola “magica” le proprie speranze. Il principale problema sta infatti nella disinformazione da parte dei maschi (e anche delle donne), riguardo le reali meccaniche legate alle dinamiche sessuali e all’erezione del pene.

    La disinformazione porta spesso gli uomini a pensare che il problema erettivo sia dovuto a qualcosa di fisico che non funziona, e che basti un farmaco come il Viagra o il Levitra per risolvere il problema in modo facile e veloce. Spesso perché così si è sentito dire da qualche amico, o si è letto su qualche sito in internet.

    Ma la disfunzione erettile non è sempre provocata da problemi fisici, e anche se fosse le autodiagnosi e qualche farmaco non sono la cosa più intelligente da fare, anche perché il più delle volte, oltre a non risolvere il problema alla radice agendo sulle cause reali della disfunzione, si rischia seriamente di incorrere in ulteriori problemi.

    Innanzitutto bisogna comprendere che il meccanismo erettivo non è una cosa semplice e da dare per scontata, per il puro fatto che un uomo si trovi in un contesto erotico con la partner. Infatti il meccanismo erettile è qualcosa di più complesso, che coinvolge sia la psiche che il corpo attraverso una dinamica precisa e non trascurabile se si intende risolvere veramente il problema.

    L’erezione del pene nasce infatti nella psiche dell’uomo, quando questa si trova nelle giuste e opportune condizioni emotive e mentali. E solo in un secondo momento si manifesta come fenomeno organico, con l’aumento del flusso sanguigno verso i corpi cavernosi dell’asta del pene.

    Il punto di partenza fondamentale, e che quasi tutti gli uomini ignorano, è la giusta condizione psicologica durante i rapporti di coppia per poter avviare in modo automatico il meccanismo fisiologico dell’erezione.

    Infatti la maggior parte dei problemi di erezione si manifestano a causa della mancanza delle giuste condizioni mentali da parte del maschio dinanzi la partner. Spesso uno stato di ansia generale, o ansia da prestazione sessuale, stress fisico o mentale, incomprensioni e conflitti nella coppia, mancanza di intesa con la partner, preoccupazione, depressione e altri stati mentali, impediscono all’uomo di sentirsi pienamente rilassato e mentalmente eccitato durante il rapporto sessuale.

    …E questo, inevitabilmente, impedisce all’organismo di attivare il segnale per “spingere” il sangue verso il pene, al fine di portarlo poi in erezione. Il risultato è la disfunzione erettile che a volte si manifesta con la mancanza completa di erezione, mentre altre volte con la perdita della rigidità improvvisa del pene durante il coito.

    In questi casi le pillole e i farmaci per la disfunzione erettile non servono a nulla se non ad alimentare inutili speranze, perché i suddetti farmaci altro non sono che coadiuvanti dell’afflusso sanguigno nella zona genitale e questo non significa che da soli siano sufficienti per portare il pene in erezione.

    Un altro aspetto controproducente delle pillole è che, ponendo la fiducia in esse per sentirsi più sicuri durante i rapporti di coppia, si genera col tempo un meccanismo psicologico di dipendenza dal farmaco e una diminuzione della propria autostima. In pratica ci si trova nella condizione di sentirsi sicuri di sé solamente se prima si è assunta una qualche pillola per la disfunzione erettile, mentre in mancanza di questa ci si sente insicuri e si sperimentano di conseguenza problemi erettivi.

    Nel caso invece di difficoltà erettive dovute a problemi organici, cosa che solo la visita medica può stabilire e verificare, solo in alcuni specifici casi lo specialista urologo o andrologo può suggerire al paziente la somministrazione dei farmaci per l’impotenza, mentre in molti altri casi si dimostrano inutili se non anche potenzialmente pericolosi per la salute. E questo rischio aumenta vertiginosamente acquistando le copie a basso costo di questi farmaci su qualche sito web dove, di norma, non viene nemmeno richiesta la prescrizione del medico.

    Essendo l’erezione del pene un meccanismo psico-fisico che coinvolge mente e corpo, chi si trova ad avere a che fare con problemi erettivi, dopo le sempre raccomandabili visite mediche, anziché puntare immediatamente su qualche pillola nella vana speranza di risolvere il problema, dovrebbe invece cercare valide informazioni su metodologie collaudate che agiscano tanto sul piano psicologico ed emozionale che su quello fisico, in modo naturale e senza l’ausilio di farmaci o di improbabili pillole “miracolose” vendute su internet.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here