Claudia De Luca

Dopo la laurea triennale in Fisica e Astrofisica alla Sapienza capisce che la vita da ricercatrice non fa per lei e decide di frequentare il Master in Giornalismo e Comunicazione della Scienza all’Università di Ferrara, per imparare a conciliare il suo amore per la scienza e la sua passione per la scrittura.

Così i crostacei vedono i colori

Diversamente da altri animali, gli Squilla mantis possiedono più del doppio dei fotorecettori necessari per codificare i colori. Uno studio su Science fa luce sulla loro abilità di osservare le varie sfumature

C’è acqua su Cerere

Uno studio internazionale conferma la presenza di vapore acqueo sul più massiccio dei corpi celesti che orbitano nella fascia degli asteroidi del nostro Sistema Solare. Lo studio su Nature

KOI-314c, l’esopianeta gonfio

Scoperto per caso mentre gli scienziati cercavano delle esolune, KOI-314c si trova a circa 200 anni luce dalla Terra, ha una massa simile a quella del nostro pianeta, ma le sue dimensioni sono molto maggiori

Il 2013 nello Spazio

Tra meteoriti inaspettati, comete inghiottite dal Sole, sonde spaziali indiane e antichi laghi su Marte, il 2013 è stato sicuramente un anno da ricordare per l’astronomia. Ecco cosa è successo

Tutto il cielo a raggi X

Una lista di più di 150mila oggetti celesti ad alta energia individuati dal satellite Swift è stata pubblicata su The Astrophysical Journal: servirà a studiare le sorgenti a raggi X e i gamma ray bursts

Torna su