C’è una connessione tra nazionalisti e chi nega i cambiamenti climatici

Ecco il profilo di chi nega che i cambiamenti climatici siano dovuti all’intervento umano: conservatore, nazionalista, preoccupato dell’identità di gruppo. I dati di uno studio europeo

Wired logo
  • 1
  •  
  •  

Ambiente

Conservatore, nazionalista di destra, uomo: chi nega che i cambiamenti climatici e l’effetto serra siano causati in qualche modo dagli esseri umani e dalle loro attività appartiene più spesso a queste categorie. A mostrarlo, confermando precedenti evidenze, è uno studio norvegese e svedese, guidato dalla Chalmers University of Technology in Svezia. La ricerca, pubblicata su Environmental Sociology, analizza l’impatto di questo atteggiamento in Norvegia, evidenziando un crescente e più strutturato rifiuto, a livello europeo, delle cause umane del riscaldamento globale.

Continua a leggere su Wired.it

Articoli correlati


  • 1
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *