Convivere con l'epilessia, ecco che cosa chiedono i pazienti

Per la prima volta una ricerca mette a confronto i bisogni dei malati con quelli dei medici. Il timore dello stigma o degli effetti collaterali dei farmaci, la rapidità d'azione di una molecola. La giornata internazionale l'11 febbraio

Repubblica - logo
  • 5
  •  
  •  

I MEDICI sono in grado di capire quali siano i bisogni dei loro pazienti? Le priorità degli uni e degli altri coincidono? Sono partiti da queste domande i ricercatori che hanno condotto Epineeds, il primo studio italiano che da una parte ha identificato i bisogni delle persone con epilessia cercando di capire se questi fossero soddisfatti dal neurologo che li ha in cura; dall’altra ha chiesto al medico di indicare i temi e gli argomenti per lui più importanti nel trattamento della malattia. Risultato: medici e pazienti sono tutto sommato d’accordo sulle priorità, soprattutto quando si tratta di individuare la terapia giusta, di scegliere farmaci facili da assumere e che non diano gravi effetti collaterali.

Continua a leggere su Repubblica.it

Articoli correlati


  • 5
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *