Diabete: dal Web al Parlamento la richiesta di maggiore informazione

Il compito è toccato a Elia Reseghetti, giovane con diabete, in rappresentanza del mondo scientifico e associazionista. E’ stato lui, che il 12 novembre, ha consegnato al Sottosegretario del Ministero della Salute Vito De Filippo una richiesta nata dalla Rete: promuovere una campagna di informazione pubblica sul diabete per tutto il 2015, focalizzando l’attenzione sui diversi aspetti della patologia ai fini di una corretta informazione e prevenzione. La proposta è nata dal coinvolgimento di pazienti, associazioni, medici, cittadini nel progetto #5azioni, una conversazione digitale scandita da cinque hangout – conferenze digitali in diretta streaming. Un’occasione di ascolto e confronto che ha offerto storie e spunti di grande interesse intorno a cinque temi di grande attualità: lo sport, la maternità, i bambini, l’alimentazione, la tecnologia. La conversazione è poi continuata attraverso l’hashtag #5azioni, il sito www.5azioni.it e i canali social su Facebook e Twitter.

Complessivamente, grazie alla conversazione promossa da #5Azioni, sono state raccolte circa 100 proposte di azioni, con oltre 1000 persone coinvolte attivamente e circa 150 referenti tra associazioni pazienti e persone con diabete. Le proposte sono state successivamente vagliate da un Comitato Scientifico. “Crediamo che sia prioritaria un’informazione insistente e incisiva che lasci meno spiragli possibile ad equivoci e malintesi. Il Comitato Scientifico di #5azioni ha scelto questa campagna di sensibilizzazione, proprio per non disperdere energie e per essere concentrati sull’obiettivo della conoscenza e della consapevolezza riguardo al diabete”, ha dichiarato Enzo Bonora, Presidente della Società Italiana di Diabetologia, membro del Comitato scientifico.

Complessivamente, grazie alla conversazione promossa da #5Azioni, sono state raccolte circa 100 proposte di azioni, con oltre 1000 persone coinvolte attivamente e circa 150 referenti tra associazioni pazienti e persone con diabete. Le proposte sono state successivamente vagliate da un Comitato Scientifico. “Crediamo che sia prioritaria un’informazione insistente e incisiva che lasci meno spiragli possibile ad equivoci e malintesi. Il Comitato Scientifico di #5azioni ha scelto questa campagna di sensibilizzazione, proprio per non disperdere energie e per essere concentrati sull’obiettivo della conoscenza e della consapevolezza riguardo al diabete”, ha dichiarato Enzo Bonora, Presidente della Società Italiana di Diabetologia, membro del Comitato scientifico.

Fra le proposte contenute nel documento c’è ’esigenza di una educazione sanitaria scolastica, di una formazione adeguata per il personale scolastico, di aiutare le donne in gravidanza nella corretta prevenzione, di creare una stretta rete di collaborazione e dialogo, anche informatica, tra tutti gli attori coinvolti nella gestione di questa malattia.

La consegna è avvenuta contestualmente alla nascita del primo intergruppo parlamentare “Qualità della vita e diabete”, promosso dai parlamentari Luigi D’Ambrosio Lettieri e Lorenzo Becattini, referenti della XII Commissione rispettivamente al Senato della Repubblica e alla Camera dei Deputati, con l’obiettivo di sensibilizzare l’agenda  del Governo sulle tematiche di prevenzione e di promozione dei corretti stili di vita, al fine di ridurre l’impatto sociale ed economico della patologia del diabete.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here