L’appello degli economisti: “Spazio alle donne nella task force contro il coronavirus”

donne
(Foto: Christina @ wocintechchat.com on Unsplash)

74 esperti per aiutare governo e amministrazioni pubbliche a mettere insieme le politiche per combattere l’emergenza da coronavirus, dal punto di vista sanitario, sociale ed economico, tramite valutazione e proposta di “soluzioni tecnologiche data driven“. E’ questa la mission con cui nei giorni scorsi è stata annunciata l’istituzione della task force a sostegno del governo nella lotta a Covid-19 da parte del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione in accordo con il Ministero della Salute. Un pool di professionisti divisi in otto sottogruppi, ciascuno con una precisa linea di indirizzo, da quella giuridica, a quella della teleassistenza medica, alla gestione e all’uso big data, alla valutazione dell’impatto sociale ed economico dell’emergenza. Ed è proprio relativamente alla designazione dei nomi del sottogruppo per la valutazione degli impatti economici che è intervenuta la Società Italiana degli Economisti attraverso una lettera del suo presidente Alberto Zazzaro. Non per gli esperti nominati, di cui sottolinea la competenza, quanto per il fatto che siano tutti uomini. Ripubblichiamo la lettera rivolta dal presidente alla Ministra per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, On. Paola Pisano.

“La nomina di una task force che supporti il Governo nella definizione di politiche di contenimento del contagio da Covid-19 è una iniziativa necessaria e lodevole in questo particolare momento della storia italiana. Uno dei sottogruppi della task force lavorerà sull’impatto economico del Covid-19, con l’obiettivo di stimare gli effetti della pandemia sulla produzione industriale italiana, nonché gli effetti diretti ed indiretti della stessa sulla finanza pubblica. È certamente un ruolo molto importante che andrà a supportare le scelte che la Presidenza del Consiglio dei Ministri dovrà intraprendere relativamente alle politiche economiche più adatte a contrastare la grave crisi che il nostro paese si trova ad affrontare.

Gli esperti che si occuperanno di coadiuvare il Governo per la valutazione dell’impatto economico sono stimati economisti con tutte le capacità necessarie per svolgere al meglio il compito loro affidato. Tuttavia, notiamo con sorpresa che gli esperti nominati da questo Ministero sono tutti uomini. Questa scelta di fatto non riconosce le elevate competenze che le economiste hanno raggiunto in tutti i campi della ricerca economica e rischia di porre in secondo piano le tante importanti tematiche di genere che la crisi sanitaria ed economica stanno drammaticamente evidenziando. Di tali professionalità e tematiche viene dato conto nel documento preparato dalla Commissione di Genere della Società Italiana degli Economisti, allegato alla presente e disponibile sul sito della Società.

Al fine di promuovere la parità di genere, la Società Italiana degli Economisti si è da tempo dotata di alcune linee guida da adottare in tutti gli eventi scientifici cui partecipa, linee che riteniamo ancor più importante proporre nella formazione di gruppi di lavoro scientifico per la politica economica, come la task force costituita presso il Ministero. Pertanto, la Società Italiana degli Economisti auspica che il gruppo di esperti individuato possa essere integrato con economiste qualificate nell’ambito delle competenze assegnate alla task force”.

Il Presidente della Sie, prof. Alberto Zazzaro

Credits immagine di copertina: Christina @ wocintechchat.com on Unsplash