Hubble svela le prime galassie dell’Universo

Il telescopiospaziale Hubble, il William Herschel Telescope (Wht), installato nelleisole Canarie, e il Telescopio a Infrarossi Britannico (Ukirt) delle Hawaii.Tre strumenti molto diversi ma tutti puntati verso una stessa regione dicielo. Almeno per le poche decine di ore necessarie a registrare la luceproveniente da un gruppo di galassie molto distanti. I cosmologi dell’Universitàdi Durham, guidati da Tom Shanks, hanno elaborato le immagini fondendole informazioni provenienti dai tre telescopi. Il risultato, pubblicatosu Nature, è sorprendente: i puntini azzurri che compaiono nellefotografie sono le galassie più vecchie e più lontane chesiano mai state osservate. La loro età è stimata intornoai 10 miliardi di anni. Le immagini catturate dagli scienziati britannicimostrano inoltre che le galassie sono in via di formazione. Lo testimoniaproprio il loro colore azzurro. Il colore dipende infatti dalla temperaturae, più in generale, dallo stadio evolutivo delle stelle che compongonole galassie. Le stelle, quasi fossero frutti, più maturano piùtendono al rosso. Quelle fotografate dai ricercatori di Durham sembranoessere invece nel pieno della loro giovinezza col loro colorito azzurro.Insomma giovani galassie fatte di giovani stelle.

Il mistero sta nella distanza, spaziale e temporale, che separa da noile giovani galassie. Anche perché non è facile stabilirequanto siano distanti oggetti deboli come quelli studiati dal gruppo diShanks. I tre telescopi sono stati utilizzati per avere dati piùattendibili. L’Hubble ha raccolto per 120 ore luce ultravioletta, blu erossa, il Wht e l’Ukirt hanno osservato il cielo rispettivamente nel blue nell’infrarosso. I calcoli eseguiti da Shanks e colleghi dicono che laluce delle galassie ha percorso 10 miliardi di anni luce prima di imbattersinei tre telescopi. Le fotografie scattate ritraggono cioè le galassiecosì come erano 10 miliardi di anni fa. Questo significa che leprime galassie si sono formate “appena” 5 miliardi di anni dopoil big bang.

In realtà la data di nascita delle galassie è abbastanzacontroversa. Esistono modelli cosmologici, come il Cold Dark Matter (MateriaOscura Fredda), che collocano la formazione delle galassie nel passatorecente dell’universo. Stando ai risultati degli scienziati di Durham,le prime galassie si sarebbero invece formate durante la preistoria delcosmo. Ma lo studio pubblicato su Nature ha anche altre implicazioni, riguardantiil futuro dell’universo più che il suo passato. Per esempio, sipotrà confrontare la densità delle galassie nate 10 miliardidi anni fa con la densità delle galassie che occupano la nostraregione di spazio. Forse allora si capirà come è avvenutal’espansione dell’universo, se continuerà per sempre o se inveceil cosmo tornerà a chiudersi su sé stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here