La pillola intelligente che si comanda con lo smartphone

Stampata in 3D, la pillola comunica via bluetooth con lo smartphone, trasmettendo informazioni raccolte dall’ambiente gastrico. Sulla base delle quali può essere regolato il dosaggio e il rilascio del farmaco

Wired logo
  • 8
  •  
  •  

Monitorare il paziente dall’interno del suo corpo e somministrare i farmaci secondo i dati raccolti. In futuro potrebbe diventare realtà attraverso una nuova pillolaingeribile, che rimane a lungo nello stomaco. Una novità, nell’ambito dei sensori e della medicina digitale, dato che si tratta del primo dispositivo che comunica a lungo termine con l’esterno e che contemporaneamente non deve essere impiantato con procedure invasive. A svilupparne un prototipo è un gruppo del Massachusetts Institute of Technology (Mit) e del Brigham and Women’s Hospital di Boston, che ha testato il dispositivo su animali e che nel giro di pochi anni conta di estendere lo studio sull’essere umano. I risultati dello studio sono pubblicati su Advanced Materials Technologies. Qui sotto l’immagine della pillola.

Continua a leggere su Wired.it

Articoli correlati


  • 8
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *