Parker, com’è fatta la sonda della Nasa che sfiorerà il Sole

Wired logo

pixabay

Mancano poche settimane prima che la sonda della Nasa Parker viaggerà verso il Sole avvicinandosi a distanze talmente ridotte dalla nostra stella, finora mai toccate. La sonda penetrerà in profondità nella corona solare, ovvero nell’atmosfera del Sole, cui sarà quasi attaccata, in una zona mai raggiunta. In questo strato la materia è sotto forma di plasma, una sorta di quarto stato della materia, composto da gas ionizzati e vapori. A spiegarlo in un articolo è la Nasa che procederà al lancio nell’estate 2018. L’obiettivo è quello di studiare la corona e il vento solare e svolgere osservazioni senza precedenti, vista anche la vicinanza alla nostra caldissima stella, mentre la sonda si manterrà fredda per tutta la durata della missione, ben sette anni.

Continua a leggere su Wired.it

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here