Home Tags Medicina e biotech

Tag: medicina e biotech

Il pacemaker che funziona come un orologio automatico

Presentato durante il congresso della Società europea di cardiologia, un prototipo di pacemaker in grado di ricaricarsi grazie alle pulsazioni del cuore

Cellule del naso per riparare le articolazioni

Scoperte nella cartilagine del setto nasale cellule con un'elevata capacità rigenerativa. Potrebbero essere usate per le lesioni da trauma e per le malattie degenerative come l'artrosi

Il primo organo creato dal nulla (o quasi)

I ricercatori dell’Università di Edimburgo sono riusciti a ottenere un timo completo e funzionale a partire dalle cellule embrionali di un topo

Così Google vuole studiare il corpo umano

Big G lancia uno studio estensivo per raccogliere informazioni genetiche e molecolari relative a esseri umani sani. L'obiettivo è di sconfiggere le malattie migliorando la prevenzione

Un bioreattore per produrre piastrine umane

Un gruppo di ricercatori americani è riuscito a ottenere delle piastrine umane da un bioreattore che simula il midollo spinale

Un “pancreas bionico” per il diabete di tipo 1

I ricercatori della Boston University e del Massachussets General Hospital hanno testato un sistema di controllo automatico della glicemia inserito sottopelle e collegato via wireless a un iPhone. Ecco i risultati

Una vagina biotech

Una soluzione contro una rara condizione in cui è assente il canale vaginale, realizzato a partire da cellule della vulva

Il trapianto di un cranio stampato in 3D

Eseguito il primo trapianto di una buona parte del cranio utilizzando una protesi stampata in 3D su una paziente di 22 anni. Ecco come sta oggi la paziente, a tre mesi dall'intervento

Il pacemaker high-tech che riveste il cuore

I ricercatori della University of Illinois at Urbana-Champaign hanno realizzato un foglio di silicone indossabile dal cuore. Servirà a scopo diagnostico e terapeutico

La mano artificiale con il tatto naturale

L'hanno messa a punto i ricercatori della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Il paziente che l'ha provata è riuscito a percepire forma e durezza degli oggetti che impugnava

RESTA IN ORBITA

Articoli più letti

FOCUS