Windwheel, l’edificio circolare alimentato dal vento

windwheel
(Credit: Dutch Windwheel)

Un’enorme struttura futuristica a forma di “ruota”, pensata e progettata nella terra dei mulini a vento, sarà in grado di sfruttare l’energia eolica senza avvalersi di parti meccaniche in movimento. Si tratta di The Dutch Windwhell, un progetto nato nel 2015, riproposto dall’omonima società il 29 giugno presso il World Trade Center di Rotterdam, a seguito di recenti modifiche nel design. Questo ambizioso progetto, supportato dal ministro degli affari economici Henk Kamp, andrà a modificare lo skyline di Rotterdam, diventando oltre che attrazione, simbolo di sostenibilità ambientale e nuovo punto di riferimento della città.

Il sistema utilizzato per produrre energia elettrica dal vento è EWICON (electrostatic wind energy converter), una nuova tecnologia messa a punto dalla Delft University of Technology, col fine di eliminare i problemi legati all’impatto paesistico e l’inquinamento acustico, caratteristici dei normali impianti eolici, oltre agli elevati costi di manutenzione. Il principio di funzionamento si basa su una combinazione di vento e acqua all’interno di un campo elettromagnetico. Un sistema di tubi metallici, dotati di ugelli ed elettrodi, rilascia particelle di acqua cariche positivamente, che trasportate dal vento determinano un aumento dell’energia potenziale, che viene poi catturata, immagazzinata e convertita in energia elettrica.

L’edificio, alto 174 m, verrà costruito nel porto internazionale della città e sarà disposto anche di un terminal per le crociere. Al suo interno ospiterà appartamenti, un hotel, negozi e un ristorante panoramico. Sarà inoltre possibile raggiungere il punto più alto della struttura attraverso cabine mobili, che grazie a supporti digitali forniranno informazioni in tempo reale sui panorami della città e consentiranno un viaggio interattivo, ripercorrendone la storia.

Non solo eolico, l’edificio infatti sarà in grado di prelevare l’acqua necessaria al funzionamento del sistema direttamente a mare e da collettori per la raccolta di acqua piovana. Sulla facciata verranno invece allestiti pannelli solari, mentre al suo interno un sistema per la raccolta di rifiuti organici, necessario alla produzione di biogas. Per la costruzione verranno utilizzati solo materiali provenienti dalla regione di Rotterdam e dopo la sua realizzazione, Windwheel, sarà un edificio dinamico a tutti gli effetti. L’obiettivo è infatti quello di creare una struttura che possa essere facilmente aggiornata, disassemblata e riutilizzata, impostando così un nuovo standard di innovazione per l’edilizia e lo sviluppo sostenibile delle città.

Riferimenti e immagine: dutchwindwheel.com

Articolo prodotto in collaborazione con il Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza dell’Università di Ferrara

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here