Brera, l’arte è a fianco della medicina nella lotta al cancro

“Stimolare creatività ed energie vitali, attraverso un’osmosi del sapere e del sentire”. Una contaminazione tra arte e scienza che scuota gli animi di chi si trova coinvolto nella battaglia contro il cancro. E che coinvolga sia artisti sia medici sia pazienti. Questo l’intento, secondo le parole del presidente dell’Istituto nazionale Tumori (Int) di Milano Enzo Lucchini, di un progetto unico nel suo genere: un programma di formazione che vedrà i giovani medici specializzandi accanto agli studenti di pittura e di fotografia dell’Accademia delle Belle Arti di Brera.

La compenetrazione tra arte e scienza è sotto ai nostri occhi. E le occasioni per osservarla sono diverse, dal disegno anatomico alle opere d’arte installate negli spazi comuni degli ospedali. È allora possibile sfruttare questo gioco di squadra per incoraggiare un cambio di atteggiamento nei confronti dei tumori? L’accordo tra Int, Accademia di Brera e Associazione Prometeo Onlus (Progetto Malattie Epatiche Trapianti e Oncologia), firmato lo scorso 2 ottobre, cercherà di rispondere a questa domanda. L’iniziativa vuole avvicinare due mondi apparentemente distanti, accomunati in realtà dallo stesso ideale di ricerca – visiva da un lato, scientifica dall’altro – attraverso la condivisione delle esperienze di giovani specializzandi dei due diversi campi.

Continua a leggere su Salute Seno

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here