Dai parole al dolore. Lessico emotivo e regolazione delle emozioni

medicina narrativa cronicità

“Dai parole al dolore; il dolore che non parla, sussurra al cuore oppresso e gli ordina di spezzarsi”, cosi William Shakespeare, nel Macbeth,  fa dire a Malcom che si rivolge a Macduff disperato per aver appena appreso l’uccisione di sua moglie e dei suoi figli.

La valutazione, il reappraisal di un evento emotivo e anche il distanziamento dipendono dal riconoscimento dell’emozione che esso suscita, non si può infatti giudicare il significato emotivo di qualcosa se non si riconosce l’emozione associata. Il riconoscimento è un processo cognitivo che porta a una attenuazione delle attivazioni del cervello emotivo-impulso, e quindi a una diminuzione delle reazioni fisiologiche e dello stress associato a quel particolare evento emotivo.

Continua a leggere su Omni-Il Giornale della Medicina Narrativa Italiana

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here