La monogamia è anche una questione di geni. Ecco perché

Alla base della monogamia ci sarebbero cambiamenti nell’espressione degli stessi geni, anche in specie animali molto diverse fra loro. Così l’evoluzione utilizza lo stesso pacchetto di geni per trasformare gli animali da poligami a monogami

Wired logo
  • 2
  •  
  •  

Poligami o monogami? A deciderlo sono anche i geni. Secondo un nuovo studio sul mondo animale, guidato dai biologi dell’università del Texas a Austin, alla base della monogamia potrebbero esserci gli stessi geni per specie animali molto diverse fra loro. Secondo gli autori, infatti, nel corso di centinaia di migliaia di anni, l’evoluzione avrebbe fatto sì che gli stessi cambiamenti genetici abbiano trasformato animali appartenenti a classi e specie di vertebrati diversi (fra cui roditori, uccelli, rane e pesci) da poligami a monogami. Così l’evoluzione utilizzerebbe una sorta di formula universale – genetica e non matematica, ovviamente – per far diventare monogami gli animali. I risultati dello studio sono pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Continua a leggere su Wired.it

Articoli correlati


  • 2
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *