Narrativa digitale: così si cura la cronicità

medicina narrativa cronicità

Spesso sottovalutata o mantenuta separata dalla terapia, la narrazione del paziente relativa alla sua storia personale e alla malattia è, al contrario, parte integrante della cura: favorisce una più completa comprensione da parte del medico dello stato di salute della persona, un buon adattamento alla terapia e, in ultimo, il miglioramento della condizione psicofisica. Questo è quanto emerge da studi scientifici e dall’esperienza di alcuni professionisti intervenuti al VI Convegno Nazionale di Medicina Narrativa.

Intitolato “Dalle storie le cure”, il convegno organizzato dall’Osservatorio Nazionale Medicina Narrativa OMNI e dalla ASLUmbria2 lo scorso 28 aprile a Foligno, ha posto il focus sulla medicina narrativa nella gestione delle patologie croniche, all’indomani dell’approvazione del Ministero della Salute del Piano nazionale della cronicità (PNC) nello scorso settembre. Tali malattie, ha ricordato il sociologo Paolo Trenta, presidente di OMNI, introducendo i lavori, sono in aumento, vista anche la maggiore aspettativa di vita, con un impatto significativo sulla dimensione esistenziale dell’individuo e, a livello sociale, sulla gestione del paziente e sui costi per il sistema sanitario.

Continua a leggere su Omni-Il Giornale della Medicina Narrativa Italiana

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here