Omeopatia, ecco come dovrebbero essere le etichette

In vista della scadenza per il rinnovo dell’autorizzazione all’immissione in commercio dei prodotti omeopatici, fissata per il 30 giugno 2017, il Comitato nazionale di bioetica (Cnb) si appena è espresso in merito all’etichettatura di simili preparati, caldeggiando alcune modifiche per – si legge nel documento – “ridurre potenziali effetti confondenti” e “garantire l’obiettivo di un’informazione corretta, completa e realmente comprensibile”. Secondo il Cnb, infatti, la dicitura attuale “medicinale omeopatico senza indicazioni terapeutiche approvate” non è “sufficiente ad assicurare la necessaria trasparenza informativa e il rigore che sono un pre-requisito essenziale per la commercializzazione di qualsiasi farmaco”.

Continua a leggere su Wired.it