Abbatti il colesterolo, salvati la vita

Al Congresso dei cardiologi americani di Orlando arrivano i risultati di Odyssey Oucomes, lo studio destinato a valutare l'efficacia dell'anticorpo monoclonale alirocumab, inibitore della PCSK9, su pazienti ad altissimo rischio

Repubblica - logo
  • 5
  •  
  •  

ORLANDO – Che sia colpa sua, ormai è assodato: il colesterolo LDL, quello cattivo, è considerato da tempo uno dei maggiori fattori alla base di malattie cardiovascolari come ictus o cardiopatia ischemica, che fanno quasi cinque milioni di morti ogni anno nel mondo. Ma quando si parla di colesterolo alto, non tutti i pazienti sono uguali. In cima alla piramide del rischio ci sono infatti gli individui che per vari motivi non ricavano sufficienti benefici dalle terapie tradizionalmente usate per ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue: statine e altri farmaci ipolipemizzanti come l’ezetimibe, che vanno sempre aggiunti alle indicazioni sui corretti stili di vita e a una sana alimentazione.

Continua a leggere su Repubblica.it

Articoli correlati


  • 5
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *