Quell’impronta a Gilbiterra? E’ di un Neanderthal

(Credits: Universdad de Sevilla)

L’ULTIMA passeggiata i neanderthal potrebbero averla fatta a Gibilterra, nell’estrema punta della Penisola Iberica che guarda al Marocco, più o meno 28 mila anni fa. Così almeno suggerisce un team di ricercatori internazionali che ha rintracciato nei segni rinvenuti sulle rocce di una duna costiera l’impronta di un neanderthal. Ma che il più famoso dei parenti della nostra specie abbia davvero calpestato quel terreno migliaia di anni fa è tutt’altro che accertato. Le impronte rinvenute  a Gibilterra per ora rimangono infatti per lo più un mistero. Un caso intrigante perché ha a che fare con le ultime testimonianze lasciate dall’Homo neanderthaliensis e che riguarda la coesistenza dei sapiens con i cugini neanderthal in passato.

Continua a leggere su Repubblica.it

Articoli correlati

1 commento

  1. Evoluzione o evoluzionismo? Evoluzione. Io scelgo la prima Ipotesi o Idea Realizzabile nel fattuale di ogni giorno.A Gibilterra io che mi batto per l’ambiente, le persone, L’educazione tutta ed i diritti umani ci vedo più che un mistero un vero e proprio cammino di un Sapiens Sapiens Sapiens, ancora da scoprire: é l’impronta di un gigante del periodo prima di Cristo, databile almeno 200 anni prima della sua Nascita, dalla quale noi iniziamo a contare il Tempo.
    I Giganti esistevano ma ora non più, come i dinosauri che io chiamerei invece ” Rettili adattabili all’ ambiente dal primorde”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here