Lo spazio? Sarà flessibile e low cost

Repubblica - logo

via Pixabay

KOUROU – Una rampa di lancio, un conto alla rovescia. Una fiammata, i fumi di scarico che escono a tremila gradi dal motore, pronti a spedire il razzo in orbita. In realtà il motore, un gigantesco cilindro bianco alto tredici metri e mezzo e largo quattro, è saldamente ancorato a una piattaforma di cemento armato. Perché quello che avverrà oggi di oggi alle 14 ora italiana nella base spaziale di Kourou (Guiana francese) è solo il test, quello definitivo, del nuovo P120. Si tratta del primo stadio del futuro lanciatore Vega C, fratello maggiore per dimensioni del Vega già in servizio dal 2012, destinato alla sua prima missione in orbita a fine 2019. Lo stadio superiore, lo Zefiro 40, ha già fatto bene nei test condotti nei mesi scorsi in Sardegna. Ora sta al motore P120 dimostrare di essere pronto.

Continua a leggere su Repubblica.it