Voyager ai confini dell’ignoto

Il Voyager 1 sta per raggiungere i confini del sistema solare. La sonda terrestre ha percorso dodici miliardi di chilometri, ottanta volte la distanza che separa la Terra dal Sole, ed ora naviga nella regione dello spazio chiamata ‘termination shock’. Secondo gli scienziati del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, già questo anno il Voyager 1 potrebbe entrare nell’eliopausa, l’ultima soglia del sistema solare. Una zona dove la pressione del vento solare è equilibrata da quella originata dallo spazio interstellare. Il Voyager 1 ha lasciato la Terra il 5 settembre del 1977 per una missione che lo ha visto sorvolare Giove e Saturno. Nel febbraio 1998 ha sorpassato il Pioneer 10 ed è diventato l’oggetto umano più distante dalla Terra. I suoi segnali radio, pur viaggiando alla velocità della luce, impiegano più di dieci ore per raggiungere le antenne terrestri del Deep Space Network presenti in Usa, Spagna e Australia. (g.s.)