Eclissi di super Luna: uno spettacolo da non perdere

Il 21 gennaio la Luna piena apparirà grandissima e si tingerà di rosso. Per non perdervela, ecco una guida pratica all’osservazione

super Luna
  • 375
  •  
  •  

Combo! Le prime ore della mattina del 21 gennaio saranno caratterizzate da un doppio evento astronomico: super Luna e eclissi totale insieme. Il nostro satellite, trovandosi in perigeo in fase piena, ci apparirà decisamente grande (super, appunto) e, entrando nel cono di penombra e d’ombra proiettato dalla Terra, assumerà una sfumatura rossastra. Tutta l’eclissi durerà qualche ora, circa dalle 3.36 alle 8.48 ora italiana, con il punto di massima oscurità alle 6.12. In Italia l’eclissi di super Luna sarà visibile in quasi tutte le sue fasi, meteo permettendo, a occhio nudo, con un binocolo o via web sul sito del Virtual Telescope Project. A voi la scelta, ma sappiate che per la prossima eclissi di Luna totale bisognerà aspettare quasi 10 anni.

Super Luna …

Luna piena nel punto della sua orbita più vicino alla Terra, cioè il perigeo. Questo è il significato di super Luna. Per la notte del 21 gennaio il nostro satellite si troverà a 357.344 km da noi, contro una distanza media pari a 384.400 km. La super Luna è un evento astronomico raro, ma non unico: quella precedente è stata circa un anno fa.

rossa

La super Luna del 21 gennaio sarà resa ancora più spettacolare dalla sua eclissi. Quella notte il Sole, la Terra e la Luna si troveranno perfettamente allineati, così che il nostro pianeta oscurerà la luce del Sole alla Luna. Il disco della Terra andrà a sovrapporsi a quello solare proiettando un cono di penombra e uno d’ombra: attraversandoli la luce riflessa della Luna sarà meno intensa e il satellite assumerà una sfumatura rossa. Il motivo di questa caratteristica colorazione? Durante l’eclissi la Luna verrà raggiunta solo dalle lunghezze d’onda nel rosso dello spettro elettromagnetico della luce. I raggi solari che attraversano gli strati esterni dell’atmosfera terrestre vengono infatti rifratti.

Dove e quando vederla

Stavolta noi italiani saremo fortunati. L’eclissi di Luna sarà infatti visibile – meteo permettendo – lungo l’intera penisola in quasi tutte le sue fasi. Sarò infatti impossibile apprezzare le fine dell’eclissi per via del tramonto della Luna e del sorgere del Sole. Complessivamente il fenomeno durerà più di 5 ore, in particolare l’eclissi totale occuperò un’ora e due minuti a cominciare dalle 6.10 circa del mattino.

Ecco le fasi dell’eclissi e i relativi orari validi per tutta Italia:

FaseOrario
Inizio eclissi (fase di penombra)3:36
Inizio eclissi parziale (fase d’ombra)4:33
Inizio eclissi totale5:41
Centro eclissi6:12
Fine eclissi totale6:43
Fine eclissi parziale (non visibile)7:50
Fine eclissi (non visibile)8:48

Ciò che cambia in base alla città in cui l’osservatore si trova sarà l’orario di tramonto della Luna, quindi quanto delle fasi conclusive del fenomeno riuscirà ad apprezzare. Per esempio a Roma la Luna tramonterà alle 7:41, a Trieste alle 7:47 mentre a Catania il nostro satellite sparirà alla vista alle 7:18.

Non occorrono strumenti particolari per poter apprezzare l’eclissi di Luna, basterà rivolgere gli occhi al cielo – anche se un binocolo renderebbe l’esperienza migliore. Per i più pigri il Virtual Telescope Project offre la possibilità di assistere all’eclissi via web da Roma, ma anche dagli Stati Uniti e da Panama.

Il consiglio è di non perdervela. La prossima eclissi totale di Luna, infatti, sarà tra 9 anni, 11 mesi e 10 giorni – ossia il 31 dicembre 2028.

Riferimenti: The Virtual Telescope Project; Media Inaf

Articoli correlati


  • 375
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *