Quanto durano gli effetti della sbornia

effetti della sbornia alcol
(Foto via Pixabay)

Emicrania, sensazione di pesantezza alla testa, stomaco sottosopra, nausea: sono sintomi frequenti al risveglio dopo una serata di bagordi e qualche bicchiere di troppo. Ma i postumi di una sbornia (che gli inglesi chiamano “hangover”) non si esauriscono qui. Anche molte ore dopo una forte ubriacatura risultano ridotte le capacità di attenzione e memoria e le abilità psicomotorie, come coordinazione e velocità di movimento.

È quello che emerge da un nuovo studio, svolto all’Università di Bath In Inghilterra e pubblicato su Addiction, che mostra che le alterazioni cognitive e psicomotorie tipiche in individui ubriachi durano più a lungo di quanto comunemente si creda, tanto da essere ancora presenti il giorno successivo a quello di una sbronza. E questo anche se nel sangue non vi è più nessuna traccia di alcol.

Follow out delle sbronze

Sally Adams e colleghi hanno analizzato 805 articoli pubblicati tra dicembre 2016 e maggio 2018 che si occupavano degli effetti della sbornia sulle abilità cognitive del giorno dopo, quando la concentrazione di alcol nel sangue scende al di sotto dello 0,02%. Tra questi studi i ricercatori ne hanno selezionato 19 particolarmente significativi e li hanno inclusi in un’analisi sistematica, per un totale di 1163 partecipanti e con dati a partire dal 1970 ad oggi. 11 dei 19 studi sono stati usati per condurre una meta-analisi.

Sono stati valutati gli effetti dell’hangover su attenzione (selettiva, divisa e sostenuta), memoria (a breve e lungo termine e memoria di lavoro) e abilità psicomotorie (velocità e accuratezza).

L’analisi sistematica dei 19 studi e la meta-analisi suggeriscono che l’attenzione sostenuta, la memoria a breve e lungo termine e la velocità psicomotoria sono fortemente compromesse il giorno dopo aver fatto un consumo eccessivo di alcol. In particolare, a risentirne è l’abilità di guida, con maggiore difficoltà nel controllo del veicolo. Gli studi non sono concordi a proposito degli effetti sulla memoria di lavoro, mentre non vi è un chiaro effetto sull’attenzione divisa.

The day after, attenti agli effetti della sbornia

“Abbiamo scoperto- ha spiegato Craig Gunn, primo autore della ricerca – che l’hangover altera la velocità psicomotoria, la memoria a breve e a lungo termine e l’attenzione sostenuta. L’alterazione di queste abilità si traduce in una capacità di attenzione e di concentrazione minori, in una diminuzione della memoria e in una riduzione dei tempi di reazione anche il giorno dopo una serata di abuso di alcol”. “Il nostro studio- ha proseguito Gunn- ha anche evidenziato una ricerca limitata e incoerente sul tema e la necessità di studi futuri”. “Questi risultati- ha aggiunto Sally Adams – dimostrano che i postumi di una sbornia possono avere gravi conseguenze nello svolgimento di attività quotidiane, come guidare, e possono compromettere abilità richieste sul posto di lavoro come concentrazione e memoria”. Con importanti implicazioni quindi per la sicurezza stradale e per il rendimento lavorativo.

La sbornia è la conseguenza negativa più frequentemente segnalata dell’abuso di alcol e –sottolineano gli autori- si stima un costo per l’economia britannica pari a 1,9 miliardi di sterline all’anno a causa dell’assenteismo. Eppure non è stato fatto molto finora per esaminare i rischi degli effetti dei postumi della sbornia sul lavoro e calcolarne i reali costi economici e sanitari. “Questi risultati- ha concluso Adams – evidenziano la necessità di ulteriori studi in questo campo, dato che i postumi da sbornia hanno implicazioni a livello individuale in termini di salute e benessere, ma anche in modo più ampio a livello nazionale per la sicurezza e l’economia”.

Riferimenti: Addiction

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here